Pneumatomachi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

La Pneumatomachia è una corrente di pensiero eretica sul mistero della Trinità, diffusasi in particolare nelle chiese d'oriente nel IV secolo. È ritenuta eretica da tutte le Chiese che hanno accolto il Credo Niceno.

Secondo i pneumatomachi lo Spirito Santo non è la terza persona della Trinità, poiché non ha la stessa dignità e divinità del Padre e del Figlio. Essi ritengono che lo Spirito Santo è una creatura di Dio, pur essendo superiore agli angeli; non lo ritengono consustanziale a Dio, ma subordinato al Padre e al Figlio.

La pneumatomachia viene indicata anche con il nome di Macedonianismo in quanto Macedonio di Costantinopoli, un vescovo morto attorno al 360, ne fu uno dei primi divulgatori, pur provenendo da un pensiero cristologico ariano.

Poco o nulla è rimasto di scritto su questa teoria. Quello che si conosce è dedotto dagli scritti di confutazione di tale idea. In particolare gli scritti di Atanasio di Alessandria, con le sue lettere a Serapione di Thmuis, e alcuni documenti del Sinodo di Alessandria del 362.

Morto Atanasio furono in particolare i presbiteri Didimo il Cieco e Basilio il Grande a proseguire il dibattito attorno a questo tema.

La condanna definitiva della teoria venne sancita dal Concilio di Costantinopoli del 381.

Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.