Povere Figlie delle Sacre Stimmate di San Francesco d'Assisi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Povere Figlie delle Sacre Stimmate di San Francesco d'Assisi
in latino '''''
92222.JPG
La Venerabile Anna Maria Fiorelli Lapini, fondatrice della congregazione.

Istituto di vita consacrata
Congregazione religiosa femminile di diritto pontificio

Altri nomi
Stimmatine
Fondatore Anna Maria Fiorelli Lapini
Data fondazione 17 maggio 1850
Luogo fondazione Firenze
sigla P.F.S.S.
Titolo superiore
Data di approvazione 19 settembre 1888
Scopo istruzione: scuole dell'infanzia, scuole primarie e secondarie di primo grado.
Costituzioni approvate dalla Santa Sede il 29 agosto 1864
Approvazione provvisoria 23 luglio 1855
Collegamenti esterni

Sito ufficiale

Le Povere Figlie delle Sacre Stimmate di San Francesco d'Assisi sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: le suore di questa congregazione, dette comunemente Stimmatine, pospongono al loro nome la sigla P.F.S.S.[1]

Storia

La congregazione fu fondata da Anna Maria Fiorelli Lapini (1809-1860): vedova nel 1842, decise di divenire terziaria francescana e, su invito dei frati minori del convento di San Salvatore al Monte alle Croci, prese ad accogliere nella propria abitazione alcune ragazze, figlie di poveri contadini dei dintorni di Firenze, e a dedicarsi alla loro istruzione.[2]

Nel 1846, essendo aumentato il numero delle allieve, la Lapini prese in affitto dagli scolopi "La Fantina", una villa in via dell'Erta Canina, e vi trasferì la sua scuola. Il 17 maggio 1850, con la benedizione dell'arcivescovo di Firenze Ferdinando Minucci, la fondatrice e le sue compagne emisero la loro professione di voti temporanei e presero l'abito del terz'ordine regolare di san Francesco d'Assisi, dando vita alla congregazione della suore Stimmatine.[2]

L'istituto ricevette l'approvazione pontificia il 23 luglio 1855 e quella definitiva il 19 settembre 1888; le sue costituzioni vennero approvate dalla Santa Sede il 29 agosto 1864; la congregazione è aggregata all'Ordine dei Frati Minori dal 20 maggio 1856.[2]

Attività e diffusione

Le suore Stimmatine si dedicano all'istruzione e gestiscono scuole dell'infanzia, scuole primarie e secondarie di primo grado.

Oltre che in Italia, sono presenti in Albania, Bolivia, Brasile, Congo, Ecuador e Spagna;[3] la sede generalizia è a Roma.[1]

Al 31 dicembre 2008 la congregazione contava 78 case e 481 religiose.[1]

Note
  1. 1,0 1,1 1,2 Ann. Pont. 2010, p. 1684.
  2. 2,0 2,1 2,2 G. Rocca, DIP, vol. VII (1983), coll. 207-208.
  3. Le stimmatine nel mondo su collegiosuorestimmatine.it. URL consultato il 19-11-2009
Bibliografia
  • Annuario Pontificio per l'anno 2010, Libreria Editrice Vaticana, Città del Vaticano 2010. ISBN 978-88-209-8355-0.
  • Guerrino Pelliccia, Giancarlo Rocca (a cura di), Dizionario degli Istituti di Perfezione (DIP), 10 voll., Edizioni paoline, Milano 1974-2003.
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.