Qumran

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Qumran
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO
QumranLivingQuarters.jpg
Qumran, edifico principale, ambienti del lato occidentale
Altro nome
Nome antico קומראן
Collocazione storica Impero romano
Civiltà Essena
Oggetto generico Insediamento
Oggetto specifico Villaggio
Dedicazione
Dedicazione non cristiana
Fondatore
Data fondazione 150 a.C
Architetto
Scopritore
Data scoperta 1851
Datazione
Inizio della costruzione 150 a.C
Completamento 68
Distruzione
Soppressione
Scomparsa
Data di inaugurazione
Inaugurato da
Preesistenze
Pianta
Tecnica costruttiva
Materiali
Iscrizioni
Marcatura
Utilizzazione
Localizzazione
Stato Israele
Regione
Provincia Gerico
Comune [[]]
Località o frazione
Diocesi [[]]
Altitudine massima m slm
Altitudine minima m slm
Dimensioni
Superficie m2
Altezza m
Larghezza m
Lunghezza m
Volume m3
Profondità m
Diametro m
Inclinazione °
Scavi
Datazione scavi 1855 - 1956
Organizzazione scavi
Amministrazione
Proprietà Governo israeliano
Parte di
Ente Parchi Archeologici
Responsabile
Indirizzo
Telefono
Fax
Posta elettronica [mailto: ]
Sito web sito web ufficiale
Sito web 2
Informazioni
Note
Coordinate geografiche
31°44′27″N 35°27′31″E / 31.740833, 35.458611 bandiera Israele
Dati UNESCO
Patrimonio UNESCO.png Patrimonio dell'umanità
{{{nome}}}
{{{nomeInglese}}}
[[Immagine:{{{immagine}}}|240px]]
Tipologia {{{tipologia}}}
Criterio {{{criterio}}}
Pericolo Bene non in pericolo
Anno [[{{{anno}}}]]
Scheda UNESCO
[[Immagine:{{{linkMappa}}}|300px]]
[[:Categoria:Patrimoni dell'umanità in {{{stato}}}|Patrimoni dell'umanità in {{{stato}}}]]

Qumran (in ebraico קומראן) è una località sulla riva occidentale del Mar Morto, in Palestina, all'interno del territorio dell'attuale stato di Israele, vicino alle rovine di Gerico.

Il sito fu costruito tra il 150 a.C. e il 130 a.C. e vide varie fasi di occupazione finché, nell'estate del 68, Tito, al comando della legione X Fretensis, la distrusse.

Qumran è famosa in seguito alla scoperta, risalente alla prima metà del Novecento, dei cosiddetti Manoscritti del Mar Morto e dei resti di un monastero dove si ritiene vivesse una comunità di Esseni.

Ai piedi del Wadi Qumran esistono alcune antiche rovine che, considerate resti di una fortificazione romana, fino al Novecento non erano state prese in considerazione dagli archeologi. Dopo la scoperta del Rotolo del Mar Morto di Isaia, avvenuta nel 1947, questo sito archeologico fu rivalutato. Ben presto gli studiosi riconobbero che gli edifici erano appartenuti a una comunità religiosa ebraica. Si pensò subito che fossero stati i membri di questa comunità a nascondere i rotoli nelle grotte fra i vicini dirupi.

Grotte nella zona di Qumran

Scoperte successive, tuttavia, sembrarono mettere in dubbio questa ipotesi. Nelle prossimità del monastero, infatti, in una serie di grotte due pastori palestinesi di nome Muhammad Althib, soprannominato il "lupo" e Jum'a Khalil, soprannominato il "legno", rinvennero nel 1947 delle anfore antiche in cui erano custoditi degli ostraka e dei rotoli di papiro.

A Qumran sono inoltre stati ritrovati numerosi testi di tradizioni apocrife, ad esempio i libri di Enoch o il rotolo della guerra. Si ritiene che questi rotoli risalgano a un'epoca precedente all'abbandono del monastero, che avvenne presumibilmente nel 68, in occasione dell'inizio delle vicende belliche che portarono all'invasione romana (di Pompeo, a Gerusalemme nel 63 a.C.).

Localizzazione di Qumran nella regione occidentale del Mar Morto
Bibliografia
  • M. Centini, Qumran segreto. Manoscritti, archeologia e mito di un luogo che fa ancora discutere, Edizioni Terra Santa, Milano 2019. ISBN: 978-88-6240-680-2
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.