Redemptionis Sacramentum

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Redemptionis Sacramentum
Istruzione
della
Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti
e della
Congregazione per la Dottrina della Fede
Promulgata sotto l'autorità di
Giovanni Paolo II
John paul 2 coa.svg
Data 2004
(XXVII di pontificato)
Traduzione del titolo
Argomenti trattati Norme da seguire in riferimento all'Eucaristia
Istruzione precedente
Istruzione successiva


Tutti i documenti di Giovanni Paolo II
Tutte le Istruzioni

Virgolette aperte.png
Troppo grande è il Mistero dell'Eucaristia "perché qualcuno possa permettersi di trattarlo con arbitrio personale, che non ne rispetterebbe il carattere sacro e la dimensione universale".[1]
Virgolette chiuse.png
(Istruzione Redemptionis Sacramentum, n. 11)

Redempionis Sacramentum è un'istruzione della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, redatta insieme alla Congregazione per la Dottrina della Fede, e pubblicata il 25 marzo 2004 con l'approvazione del papa Giovanni Paolo II.

Riprendendo la dottrina dell'enciclica Ecclesia de Eucharistia, stabilisce le norme da seguire in riferimento all'Eucaristia; costituisce una risposta disciplinare agli abusi che "contribuiscono ad oscurare la retta fede e la dottrina cattolica su questo mirabile Sacramento"[2].

Schema

I numeri si riferiscono alla numerazione interna del documento.

  • Proemio (1-13)
  • Capitolo I: La regolamentazione della sacra Liturgia (14-18)
    1. Il Vescovo diocesano, grande Sacerdote del suo gregge (19-25)
    2. Le Conferenze dei Vescovi (26-28)
    3. I Sacerdoti (29-33)
    4. I Diaconi (34-35)
  • Capitolo II: La partecipazione dei fedeli laici alla celebrazione dell'Eucaristia
    1. Una partecipazione attiva e consapevole (36-42)
    2. I compiti dei fedeli laici nella celebrazione della Messa (43-47)
  • Capitolo III: La retta celebrazione della santa Messa
    1. La materia della Santissima Eucaristia (48-50)
    2. La Preghiera eucaristica (51-56)
    3. Le altri parti della Messa (57-74)
    4. L'unione dei vari riti con la celebrazione della Messa (75-79)
  • Capitolo IV: La santa Comunione
    1. Disposizioni per ricevere la santa Comunione (80-87)
    2. La distribuzione della santa Comunione (88-96)
    3. La Comunione dei Sacerdoti (97-99)
    4. La Comunione sotto le due specie (100-107)
  • Capitolo V: Altri aspetti riguardanti l’Eucaristia
    1. Il luogo della celebrazione della santa Messa (108-109)
    2. Circostanze varie relative alla santa Messa (110-116)
    3. I vasi sacri (117-120)
    4. Le vesti liturgiche (121-128)
  • Capitolo VI: La conservazione della Santissima Eucaristia e il suo culto fuori della Messa
    1. La conservazione della Santissima Eucaristia (129-133)
    2. Altre forme di culto della Santissima Eucaristia fuori della Messa (134-141)
    3. Le processioni e i Congressi eucaristici (142-145)
  • Capitolo VII: I compiti straordinari dei fedeli laici (146-153)
    1. Il ministro straordinario della santa Comunione (154-160)
    2. La predicazione (161)
    3. Le celebrazioni particolari che si svolgono in assenza del Sacerdote (162-167)
    4. Coloro che sono stati dimessi dallo stato clericale (168)
  • Capitolo VIII: I rimedi (169-171)
    1. Graviora delicta (172)
    2. Atti gravi (173)
    3. Altri abusi (174-175)
    4. Il Vescovo diocesano (176-180)
    5. La Sede Apostolica (181-182)
    6. Segnalazioni di abusi in materia liturgica (183-184)
  • Conclusione (185-186)
Note
Fonti
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.