Template:Pagina principale/LiturgiaRA/Solennità Dedicazione C

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
  • Lettura - Is 60,11-21: Le tue porte saranno sempre aperte. Il Signore sarà per te luce eterna.
    Quanto qui profetizza Isaia è rivolto a tutta Gerusalemme, non solo al suo Tempio. Il Signore sarà per l'intera città luce eterna. Questo ci ricorda che una cattedrale è il segno del desiderio di Dio di abitare dentro la città degli uomini.
oppure:
  • Lettura - 1Pt 2,4-10: Cristo è la pietra viva. Quali pietre vive siete costruiti anche voi come un edificio spirituale.
    Si edifica la Chiesa con pietre vive, perché «unte» dallo Spirito, così come Gesù è «Cristo», consacrato dallo Spirito. Per essere pietre vive occorre non spegnere lo Spirito ricevuto e trafficare i suoi doni nell'edificazione della comunità.
  • Salmo - Sal 118[117],2-4.19.22-24.26-27a - Rit.: Rendete grazie al Signore, il suo amore è per sempre.
  • Epistola - Eb 13,15-17.20-21: Obbedite ai vostri capi e state loro sottomessi, perché essi vegliano su di voi.
    La comunione si edifica con atteggiamenti di reciproco servizio. I fedeli seguono docilmente i loro pastori, i quali, a loro volta, devono vegliare con gioia e responsabilità su di loro. E tutti si è sottomessi alla volontà dell'unico Pastore delle pecore.
  • Vangelo - Lc 6,43-48: La casa costruita sulla roccia.
    Non sono i frutti a rendere buono l'albero, ma il contrario. Occorre perciò preoccuparsi di ciò che rende buono l'albero prima ancora di ciò che produce. Le sue radici devono affondare nel terreno buono della parola di Dio ascoltata e messa in pratica.


Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.