Chiesa di San Felice da Cantalice (Roma)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Chiesa di San Felice da Cantalice)

1leftarrow.png Voce principale: Chiese di Roma.

Chiesa di San Felice da Cantalice
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO
Prenestino-Centocelle - S. Felice da Cantalice 6.JPG
Roma, Chiesa di San Felice da Cantalice (1934 - 1935)
Stato bandiera Italia
Regione bandiera Lazio


Regione ecclesiastica Lazio

Provincia Roma
Comune Stemma Roma
Località
Diocesi Roma
Vicariatus Urbis
Religione Cattolica
Indirizzo Piazza San Felice da Cantalice, 20 - 00172 Roma
Telefono +39 06 2305791
Fax +39 06 23231748
Posta elettronica [mailto: ]
Sito web Sito ufficiale
Sito web 2
Proprietà
Oggetto tipo Chiesa
Oggetto qualificazione parrocchiale
Dedicazione San Felice da Cantalice
Vescovo
Sigla Ordine qualificante O.F.M. Cap.
Sigla Ordine reggente O.F.M. Cap.
Fondatore
Data fondazione
Architetto
Stile architettonico
Inizio della costruzione 1934
Completamento 1935
Distruzione
Soppressione
Ripristino {{{Ripristino}}}
Scomparsa {{{Scomparsa}}}
Data di consacrazione 2 ottobre 1941
Consacrato da {{{ConsacratoDa}}}
Data di inaugurazione {{{AnnoInaugur}}}
Inaugurato da {{{InauguratoDa}}}
Strutture preesistenti
Pianta
Tecnica costruttiva
Materiali
Data della scoperta {{{Data scoperta}}}
Nome scopritore {{{Nome scopritore}}}
Datazione scavi {{{Datazione scavi}}}
Scavi condotti da {{{Scavi condotti da}}}
Altezza Massima
Larghezza Massima
Lunghezza Massima {{{LunghezzaMassima}}}
Profondità Massima
Diametro Massimo {{{DiametroMassimo}}}
Altezza Navata
Larghezza Navata
Altitudine {{{Altitudine}}}
Iscrizioni
Marcatura
Utilizzazione
Note
Coordinate geografiche
41°52′37″N 12°33′59″E / 41.87691, 12.56630 bandiera Italia
Patrimonio UNESCO.png Patrimonio dell'umanità
{{{nome}}}
{{{nomeInglese}}}
[[Immagine:{{{immagine}}}|240px]]
Tipologia {{{tipologia}}}
Criterio {{{criterio}}}
Pericolo Bene non in pericolo
Anno [[{{{anno}}}]]
Scheda UNESCO
[[Immagine:{{{linkMappa}}}|300px]]
[[:Categoria:Patrimoni dell'umanità in {{{stato}}}|Patrimoni dell'umanità in {{{stato}}}]]

La Chiesa di San Felice da Cantalice è situata a Roma, nel quartiere Prenestino-Centocelle.

Storia

Essa fu costruita tra il 1934 ed il 1935 su progetto degli architetti Mario Paniconi e Giulio Pediconi, e fu consacrata il 2 ottobre 1941 dal cardinale Luigi Traglia.

La chiesa è sede parrocchiale, istituita il 29 marzo 1935 dal cardinale vicario Francesco Marchetti Selvaggiani con il decreto Sollicitudo omnium ecclesiarum ed affidata all'[[Ordine dei Frati Minori Cappuccini.

Essa è, inoltre, sede del titolo cardinalizio di "San Felice da Cantalice a Centocelle", istituito da papa Paolo VI il 29 aprile 1969: Luis Antonio Gokim Tagle

Descrizione

Il tempio è a forma di capanna, rivestita esternamente di laterizio. La facciata presenta una pittura raffigurante San Felice orante, inserita in una grande arcata sorretta da pilastri. Nei pressi dell’entrata è collocata una antica colonna di marmo cipollino, sormontata da una croce in ferro battuto, e con una iscrizione ottocentesca dedicata a Gesù protettore del mondo.

L’interno è a tre navate, con quelle laterali molto strette e divise da quella centrale da una fila di pilastri cilindrici, decorati a mosaico. Nell’abside, illuminata da un grande lucernario, è una edicola composta da due alte colonne: al suo interno è il mosaico raffigurante Madonna con bambino e san Felice.

Di particolare rilevanza artistica sono una serie di graffiti che ornano l’abside della chiesa, opera del sacerdote cappuccino Ugolino da Belluno (1968-1969), e benedetti da Paolo VI il 1º gennaio 1970:

« L’antica tecnica del graffito, con cui ha inizio la storia dell’arte figurativa, è stata qui per la prima volta attuata da padre Ugolino con una idea modernissima: su strati di cemento policromo, scalfito a fresco con acuminate punte di acciaio, sono stati ottenuti risultati plastici e luministici sorprendenti. »

Nel transetto altre opere dello stesso artista, del 1975, raffiguranti l’Apparizione di Gesù fra angeli e una Visione di san Francesco. L’interno è poi vivacizzato da una serie di vetrate policrome, con la rappresentazione dei temi del Cantico delle creature attraverso la raffigurazione di episodi biblici e di figure dell’iconografia cristiana. Molte sono le statue di stile devozionale che ornano le navate laterali. A fianco dell’entrata è una cappella con il fonte battesimale in peperino, a forma di pozzo.

Bibliografia
  • C. Rendina, Le Chiese di Roma, Newton & Compton Editori, Milano 2000
  • C. Cerchiai, Quartiere XIX. Prenestino-Centocelle, in AA.VV, I quartieri di Roma, Newton & Compton Editori, Roma 2006
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.