Figlie della Carità di San Vincenzo de' Paoli

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Figlie della Carità di San Vincenzo de' Paoli
in latino '''''
Foto1 mini.jpg

Società di vita apostolica clericale femminile di diritto pontificio

Altri nomi
Fondatore San Vincenzo de' Paoli e Luisa di Marillac
Data fondazione 1633
Luogo fondazione Parigi
sigla F.d.C.
Titolo superiore
Approvato da Santa Sede
Data di approvazione 1668
Motto La carità di Gesù Crocifisso ci sollecita
Abito grigio-blu con velo
Scopo cura delle persone abbandonate, i malati e i poveri
Collegamenti esterni

Sito ufficiale

Virgolette aperte.png
Il fine principale per il quale Dio ha chiamato e riunito le Figlie della Carità è per onorare Nostro Signore Gesù Cristo come la sorgente e il modello di ogni Carità, servendolo corporalmente e spiritualmente nella persona dei poveri
Virgolette chiuse.png
(Regole Comuni, cap. I, par. I)

Le Figlie della Carità di San Vincenzo de' Paoli costituiscono una società di vita apostolica femminile della Chiesa cattolica. Le suore della compagnia pospongono al loro nome la sigla F.d.C.. Oltre ai voti di povertà, castità ed ubbidienza, emettono anche un voto speciale di servizio dei Poveri. I voti sono non religiosi, annuali e sempre rinnovabili. Non essendo monache, non hanno obbligo di vita claustrale per una maggior libertà e disponibilità.

Storia

Figlie della Carità con il loro abito tradizionale

I primi gruppi di Dame della Carità sorsero a partire dal 1623 a Parigi attorno alla figura di Luisa di Marillac (1591-1660), vedova di Antoine Le Gras: si trattava di piccole confraternite di donne che si recavano a casa degli infermi meno abbienti offrendo gratuitamente le loro cure.

Il 29 novembre del 1633 Vincenzo de' Paoli (1581-1660) pensò di raggruppare queste comunità per aumentarne l'efficienza: sorse così la Compagnia delle serve dei poveri malati.

La denominazione compagnia venne preferita a congregazione perché la vita religiosa femminile all'epoca prevedeva solo la forma claustrale: i fondatori volevano, invece, garantire alle suore la possibilità di dedicarsi alle loro tradizionali attività.

Le prime costituzioni della compagnia risalgono al 1633 (approvate dalla Santa Sede nel 1668), ma a partire dal 31 luglio del 1634 e per i ventisette anni consecutivi il fondatore tenne delle conferenze settimanali per la formazione delle suore, oggi raccolte in volumi, che costituiscono gli statuti della società.

La Società oggi

Sin dalle origini la Compagnia è sottoposta al Superiore Generale della Congregazione della Missione (Lazzaristi): la Casa Madre ha sede in Rue du Bac a Parigi.

Le suore indossavano un abito grigio-blu e, fino al 1964, un ampio copricapo bianco (la cornetta, oggi sostituita dal velo).

Al 1° gennaio 2010, la società contava 18.832 sorelle in 2.226 comunità organizzate in 76 province: sono presenti in 91 nazioni[1].

Note
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.