Gesù Cristo tentato sul monte dal diavolo (Duccio di Buoninsegna)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
USA NewYork FrickCollection D.Buoninsegna GesùTentatosulMonte 1308-1311.jpg
Duccio di Buoninsegna, Gesù Cristo tentato sul monte dal diavolo (1308 - 1311), tempera su tavola
Tentazione sul monte
Opera d'arte
Stato

bandiera Stati Uniti

Stato federale New York
Regione ecclesiastica [[|]]
Contea
Comune

New York

Località
Diocesi New York
Parrocchia o Ente ecclesiastico
Ubicazione specifica Frick Collection
Uso liturgico nessuno
Comune di provenienza Siena
Luogo di provenienza Cattedrale di Santa Maria Assunta
Oggetto scomparto di predella
Soggetto Gesù Cristo tentato sul monte dal diavolo
Datazione 1308 - 1311
Datazione
Datazione Fine del {{{fine del}}}
inizio del {{{inizio del}}}
Ambito culturale
Autore

Duccio di Buoninsegna

Altre attribuzioni
Materia e tecnica tempera su tavola
Misure h. 43,2 cm; l. 46 cm
Iscrizioni
Stemmi, Punzoni, Marchi
Note
opera firmata

<span class="geo-dms" title="Mappe, foto aeree ed altre informazioni per Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto.">Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. / {{{latitudine_d}}}, {{{longitudine_d}}} {{{{{sigla paese}}}}}


Collegamenti esterni
Virgolette aperte.png
Di nuovo il diavolo lo condusse con sé sopra un monte altissimo e gli mostrò tutti i regni del mondo con la loro gloria e gli disse: «Tutte queste cose io ti darò, se, prostrandoti, mi adorerai». Ma Gesù gli rispose: «Vattene, satana! Sta scritto: Adora il Signore Dio tuo e a lui solo rendi culto».

Allora il diavolo lo lasciò ed ecco angeli gli si accostarono e lo servivano.

Virgolette chiuse.png

Gesù Cristo tentato sul monte dal diavolo è uno scomparto di predella, eseguito tra il 1308 - 1311, a tempera su tavola, da Duccio di Buoninsegna (1255 ca. - 1319 ca.), proveniente dalla Cattedrale di Santa Maria Assunta di Siena ed ora conservato presso la Frick Collection di New York (Stati Uniti d'America).

Descrizione

Soggetto

La scena del dipinto si svolge in un paesaggio, quasi surreale, caratterizzato da alcune montagne con delle città, cinte da mura, simili a modellini, dove compaiono:

  • Gesù Cristo, in piedi su monte, dal quale domina il paesaggio, è colto, mentre con un braccio allontana da se il diavolo: il gesto e l'espressione si riferiscono in modo esplicito al termine dell'episodio evangelico ed alla frase: "Vade retro, Satana";
  • diavolo presentato nella sua essenza ultraterrena, ossia l'originaria condizione di angelo ribelle, si sta allontanando sotto la mano ferma e lo sguardo provato ma risoluto di Cristo;
  • due angeli, a destra, si accostano a Gesù per confortarlo e servirlo al termine della terza ed ultima prova contro il demonio.

Note iconografiche

Duccio di Buoninsegna, Gesù Cristo tentato sul monte dal diavolo (part. Città con mura), 1308 - 1311, tempera su tavola

Nel dipinto si nota in particolare:

  • Le figure di Gesù e di Satana, fuori scala, diventano archetipi, protagonisti di un dramma di dimensioni cosmiche: il duello tra il Bene ed il Male, tra la vita e la morte. Il pittore raffigura qui l'apice dello scontro, quando, Cristo respingendo il diavolo con il comando: "Vattene!", rifiuta di adorarlo e rammenta il principio enunciato nel Deuteronomio: "Temerai il Signore Dio tuo, lo servirai e giurerai per il suo nome" (Dt 6,13). L'esito dello scontro è comunicato anche dalla contrapposizione tra l'instabile movimento del diavolo, che cammina nel vuoto, e la stabilità di Cristo che ha ai suoi piedi la roccia.

Notizie storico-critiche

Il dipinto era uno degli scomparti della predella della pala d'altare con la Maestà (1308 - 1311) di Duccio di Buoninsegna, ora conservata presso il Museo dell'Opera del Duomo di Siena e proveniente dalla Cattedrale di Santa Maria Assunta di questa città, dove è rimasta esposta fino al 1506.

Nel 1771 fu trasferita nella Chiesa della Carceri di Sant'Ansano a Castelvecchio di Siena, dove fu smontata per essere ripartita tra due altari e divisa in più parti: in quell'occasione vari scomparti andarono dispersi.

Nel 1795, i pannelli principali tornarono nella Cattedrale e nel 1878 furono trasferiti nel Museo dell'Opera del Duomo di Siena.

Lo scomparto, che apparteneva alla collezione Benson, nel 1927 pervenne nella Frick Collection di New York.

Bibliografia
  • Burton B. Fredericksen, Federico Zeri, Census of Pre-Nineteenth-Century Italian Paintings in North American Public Collections, Editore HUP, 1972, p. 67
  • Timothy Verdon, La bellezza nella Parola. L'arte a commento delle letture festive. Anno A, Edizioni San Paolo, Milano 2008, pp. 88 - 91 ISBN 9788821560361
  • Stefano Zuffi, Episodi e personaggi del Vangelo, col. "Dizionari dell'Arte", Mondadori Electa Editore, Milano 2002, p. 171 ISBN 9788843582594
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.