Museo dell'Abbazia di Casamari (Veroli)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Museo dell'Abbazia di Casamari (Veroli)
Veroli MuAbb G.Serodine ElemosinaS.Lorenzo 1620-30.jpg
Giovanni Serodine, Elemosina di san Lorenzo (1620 - 1630), olio su tela
Categoria Musei statali e religiosi
Stato bandiera Italia
Regione ecclesiastica Regione ecclesiastica Lazio
Regione bandiera Lazio
Provincia Latina
Comune Veroli
Località o frazione {{{Località}}}
Diocesi Diocesi di Frosinone-Veroli-Ferentino
Indirizzo Via Maria, 25
Loc. Casamari - 03029 Veroli (Frosinone)
Telefono +39 0775 282371
Fax +39 0775 282371
Posta elettronica abbazia@casamari.it
info@abbaziadicasamari.it
Sito web [1]
Proprietà Ordine cistercense, Stato italiano
Tipologia arte sacra, archeologico
Contenuti Arredi sacri, codici miniati, dipinti, ex voto, reperti archeologici, reperti paleontologici, sculture, suppellettile liturgica
Servizi Accoglienza al pubblico, biglietteria, didattica, visite guidate
Sistema museale di appartenenza Polo Museale del Lazio
Sede Museo Abbazia di Casamari
Datazione sede XIII secolo
Sede Museo 2°
Datazione sede 2°
Fondatori
Data di fondazione 1956
Note
{{{Note}}}
Coordinate geografiche
<span class="geo-dms" title="Mappe, foto aeree ed altre informazioni per Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto.">Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. / {{{latitudine_d}}}, {{{longitudine_d}}} {{{{{sigla paese}}}}}

Il Museo dell'Abbazia di Casamari in Veroli (Latina), collocato in alcuni ambienti dell'Abbazia di Casamari (XIII secolo), è stato istituito nel 1956 per conservare, valorizzare e promuovere la conoscenza del patrimonio archeologico e storico-artistico, proveniente dal monastero stesso e dal territorio circostante.

Storia

Una prima esposizione archeologica fu sistemata nella sala captiolare, negli anni Venti del Novecento, e poi spostata, nel 1936, nella casa abbaziale. Nel 1956 un nuovo allestimento museale venne collocato nei locali annessi al chiostro; esso è rimasto aperto al pubblico fino agli anni Ottanta.

Percorso espositivo e opere

L'itinerario museale si sviluppa in sei sale trecentesche, articolate in due sezioni espositive, lungo il quale sono presentati reperti archeologici, opere d'arte e suppellettile liturgica, databili dall'epoca preistorica al XVIII secolo.

Sezione I - Raccolta archeologica

La raccolta archeologica, riaperta al pubblico il 10 luglio 2003, dopo la sistemazione del nuovo allestimento, presenta in prevalenza materiale d'epoca romana pertinente a Cereatae Marianae, il centro romano su cui è sorta l'Abbazia. Accanto ad essi trovano posto alcuni reperti paleontologici, manufatti d'epoca preistorica e preromana, oggetti provenienti da altre località della media valle del Liri.

La raccolta presenta reperti archeologici e paleontologici, di particolare pregio ed interesse culturale, fra i quali si segnalano:

  • Zanne di elefante (800.000 - 120.000 anni fa), rinvenute nei pressi dell'abbazia nel 1923: esse appartennero ad esemplari di elephas antiquus, animali che popolarono queste zone.
  • Punte di frecce e un pugnale (III millennio a.C.), rinvenuti nella vicina località Malanome, in tombe dell'età del Rame.
  • Ex voto (statue, busti, parti anatomiche, animali, ecc.), databili tra la fine del III e l'inizio del I secolo a.C., in terracotta, che provengono dai santuari delle località Antera e Monte del Fico.
  • Ritratto maschile (inizio del I secolo d.C.), che proviene da una località imprecisata della valle del Liri.
  • Ara della dea Iside (fine I secolo a.C. - inizio I secolo d.C.), in marmo, ritrovata in località San Paolo nel territorio di Arpino: l'altare è decorato con raffigurazioni di bucrani, ghirlande ed oggetti del culto egiziano, e dedicato ex testamento da una Aburena Quarta.

Sezione II - Pinacoteca ed Arte sacra

La sezione della pinacoteca ed arte sacra, in fase di riallestimento, è attualmente è chiusa al pubblico. Tra i dipinti più interessanti della raccolta si segnalano:

Galleria fotografica

Note
Bibliografia
  • Filippo Coarelli, Lazio, in "Guide archeologiche Laterza", Editore Laterza, Bari 1984, p. 238
  • Erminia Giacomini Miari, Paola Mariani, Musei religiosi in Italia, Editore Touring, Milano 2005, p. 87 ISBN 9788836536535
  • Antonio Giannetti, Il Museo archeologico dell'Abbazia di Casamari, Editore Terra nostra, Frosinone 1982
  • Maria Romana Picuti, Museo dell'Abbazia di Casamari. La raccolta archeologica, Editore Casamari, Frosinone 2008 ISBN 9788886445146
  • Touring Club Italiano (a cura di), Lazio, col. "Guide Rosse", Editore Touring, Milano 2005, p. 650 ISBN 9770390107016
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.