Santo Stefano (Lorenzo Ghiberti)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Firenze MuOrsanmichele L.Ghiberti S.Stefano 1427-1428.jpg
Lorenzo Ghiberti, Santo Stefano (14271428), bronzo
Santo Stefano
Opera d'arte
Stato

bandiera Italia

Regione Stemma Toscana
Regione ecclesiastica Toscana
Provincia Firenze
Comune

Stemma Firenze

Località
Diocesi Firenze
Parrocchia o Ente ecclesiastico
Ubicazione specifica Museo di Orsanmichele
Uso liturgico nessuno
Comune di provenienza Firenze
Luogo di provenienza Chiesa di Orsanmichele, nicchia dell'Arte del Cambio
Oggetto statua
Soggetto Santo Stefano
Datazione 1427 - 1428
Datazione
Datazione Fine del {{{fine del}}}
inizio del {{{inizio del}}}
Ambito culturale scuola fiorentina
Autore

Lorenzo Ghiberti

Altre attribuzioni
Materia e tecnica bronzo
Misure h. 260 cm
Iscrizioni
Stemmi, Punzoni, Marchi
Note

<span class="geo-dms" title="Mappe, foto aeree ed altre informazioni per Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto.">Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. / {{{latitudine_d}}}, {{{longitudine_d}}} {{{{{sigla paese}}}}}


Collegamenti esterni

Santo Stefano è una statua, eseguita tra il 1427 ed il 1428, in bronzo, da Lorenzo Ghiberti (13781455), proveniente dalla nicchia esterna dell'Arte della Lana nella Chiesa di Orsanmichele a Firenze ed ora conservata nel Museo di Orsanmichele di questa città.

L’opera fa parte della serie delle quattordici statue dei santi patroni delle Corporazioni delle arti e mestieri poste nelle nicchie esterne della chiesa fiorentina.

Descrizione

Soggetto

La statua raffigura:

  • Santo Stefano, ritratto come un giovane, in piedi, vestito con la dalmatica ed avvolto da un mantello che disegna un elaborato panneggio. Nella mano sinistra tiene un libro chiuso e in quella destra la palma del martirio, andata perduta.

Note stilistiche, iconografiche ed iconologiche

  • La statua non è particolarmente apprezzata dalla critica, che la colloca nel percorso artistico dell'autore come un lavoro dove prevale il cesello sulla scultura, con una certa cura nel colletto e nei lineamenti del volto, ma più approssimativa nei capelli, nelle mani e nel bordo del mantello; il piede sinistro che sporge è appena abbozzato.
  • Ponendo questa statua a confronto con San Matteo evangelista e San Giovanni Battista, sempre di Lorenzo Ghiberti, si nota uno stile più manierato, con un panneggio che sembra un'involuzione verso il tardo gotico. La critica più recente ha però messo in luce anche l'attenzione tutta rinascimentale alle volumetrie, alle proporzioni ed all'impostazione classica del volto.

Notizie storico-critiche

Nicchia dell'Arte della Lana con la copia della Statua di Santo Stefano

La statua fu commissionata dall'Arte della Lana e fu la terza ad essere realizzata delle tre richieste a Lorenzo Ghiberti, le altre, sempre in bronzo, raffigurano:

L’opera è, anche, la quarta realizzata in bronzo di tutta la serie: questo era un segno di prestigio per l'Arte che l'aveva commissionata, dato che arrivava a costare circa dieci volte di più del marmo.

La commissione di questa statua risale al 1425 ed essa doveva andare a sostituire il Santo Stefano di Andrea Pisano, già nella nicchia, non ritenuto ormai più consono al prestigio dell'Arte: risaliva, infatti, ormai al 1340 ed era stata la prima statua ad essere collocate nella Chiesa di Orsanmichele; questa venne venduta e il ricavato servì in parte per finanziare le quattro libbre di bronzo per l'artista. Nella dichiarazione d’intenti (a cui seguì il contratto vero e proprio con Lorenzo Ghiberti, non pervenutoci) s’indicò esplicitamente la volontà di superare, col più costoso bronzo, il prestigio delle nicchie delle altre Corporazioni.

Nei verbali di una riunione dell'Arte della Lana, nell'agosto 1427 si deliberava di procedere all'acquisto del metallo, poiché tutto era già pronto per la fusione della statua. In un’altra delibera del 1 febbraio 1429 si ricorda come la statua fosse già terminata e collocata sulla nicchia.

Nel 2001, la statua originale fu rimossa dall'ubicazione originaria, e dopo un attento restauro, nel 2002 è stata collocata nel museo.

Bibliografia
  • Carlo Bertelli et. al., Storia dell'Arte Italiana, vol. 2, Electa - Bruno Mondadori Editore, Milano 1990, pp. 184 - 185 ISBN 9788842445227
  • Richard Krautheimer, Lorenzo Ghiberti, Editore: Princeton University Press, 1982, pp. 86 - 100
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.