Sede del celebrante

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Sede del celebrante e tabernacolo, chiesa di san Giustino De Jacobis, Brindisi

La sede del celebrante è, nel linguaggio liturgico cristiano, il luogo dove siede chi presiede una liturgia.

Il termine sede proviene dal latino sedes, "seggio".

La Sede rappresenta la funzione e il ministero della presidenza dell'assemblea e della guida della preghiera.

La sede della cattedrale ha il nome di cattedra: è il luogo dal quale il vescovo ammaestra e guida i fedeli della propria diocesi; è il segno del magistero del vescovo.

La collocazione più adatta della Sede è quella rivolta verso il popolo, in fondo al presbiterio, a meno che non vi si oppongano la struttura dell'edificio e altri elementi, come la troppa distanza che rendesse difficile la comunicazione tra il presidente dell'assemblea e l'assemblea stessa.

Non deve avere forma di trono.

Le sedi dei ministri, invece, vanno collocate in presbiterio nel posto più adatto perché essi possano compiere con facilità il loro ufficio

Bibliografia
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.