Suore di Sant'Anna e della Provvidenza

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Suore di Sant'Anna)
Suore di Sant'Anna e della Provvidenza
in latino '''''
Ico ancora1.jpg
Logo dell'Congregazione[1]

Istituto di vita consacrata
Congregazione religiosa femminile di diritto pontificio

{{{note}}}
Altri nomi
Fondatore Carlo Tancredi Falletti e
Giulia Colbert
Data fondazione 1835
Luogo fondazione Moncalieri
sigla S.S.A.
Superiora Generale Madre Ernestine Fernandes
Approvato da Papa Gregorio XVI
Data di approvazione 8 marzo 1846
Santo patrono Sant'Anna
Collegamenti esterni

Sito ufficiale

Le Suore di Sant'Anna sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: i membri di questa congregazione pospongono al loro nome la sigla S.S.A.[2]

Cenni storici

I fondatori condi di Barolo Carlo Tancredi Falletti e Juliette Colbert

La congregazione sorse a Torino nel 1834 a opera dei marchesi di Barolo, i coniugi Carlo Tancredi Falletti e Giulia Colbert: nel 1835 aprirono la loro villa di Moncalieri a un gruppo di orfanelle e ne affidarono la cura a una comunità di suore guidate da Beata Maria Enrica Dominici (1829-1894), ritenuta la fondatrice dell'istituto. La Dominici estese l'apostolato delle sorelle alle prostitute e ai carcerati.[3]

L'istituto venne approvato da papa Gregorio XVI l'8 marzo del 1846. Il titolo originario della congregazione (Suore della Provvidenza) venne successivamente mutato in "Suore di Sant'Anna della Provvidenza" e, nel 1972, divenne definitivamente "Suore di Sant'Anna".[3]

Suor Maria Enrichetta Dominici, che fu Superiora Generale dal 1861 fino 1894 anno della sua morte, diede nuovo impulso alla giovane congregazione. Ne consolidò la spiritualità, sulla via dell'intimità trinitaria, imprimendole una marcata vocazione alla missione ad gentes.

La fondatrice è stata beatificata il 7 maggio del 1978 da papa Paolo VI.[4]

Attività e diffusione

Fini dell'istituto solo l'istruzione ed educazione cristiana della gioventù e l'assistenza all'infanzia povera e abbandonata.[3]

Sono presenti in Albania, Argentina, Brasile, Camerun, Filippine, Messico, Perù, India, Italia, Regno Unito e Svizzera:[5] la sede generalizia è a Roma.[2]

Al 31 dicembre 2005 l'istituto contava 1.273 religiose in 173 case.[2]

Note
  1. L'ancora, simbolo della salvezza, la sua forma richiama la croce, speranza della Congregazione, essa sostiene il mondo e in lei il mondo trova la sua sicurezza. La sigla della Congregazione S.S.A. compare alla base del fuso dell'ancora: ogni suora di Sant'Anna è chiamata ad essere segno della Provvidenza per ogni uomo. La scritta in spe, motto dei fondatori, compare sopra il mondo stilizzato.
  2. 2,0 2,1 2,2 Ann. Pont. 2007, p. 1690.
  3. 3,0 3,1 3,2 DIP, vol. VIII (1988), coll. 757-760, voce a cura di P. Morazzetti.
  4. Beatificazione di Maria Enrica Dominici, 7 maggio 1978 su vatican.va. URL consultato il 4-7-2009
  5. Suore di Sant'Anna: dove siamo. URL consultato il 4-7-2009.
Bibliografia
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.