Beata Maria Enrica Dominici

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Beata Maria Enrica Dominici, S.S.A.
Religiosa
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo Anna Caterina
Beata
{{{note}}}

42300.JPG

{{{didascalia}}}
{{{motto}}}
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 64 anni
Nascita Carmagnola
10 ottobre 1829
Morte Torino
21 febbraio 1894
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa 26 luglio 1853
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi

Iter verso la canonizzazione

Venerata da Chiesa cattolica
Venerabile il 1° Febbraio 1975, da Paolo VI
Beatificazione 7 maggio 1978, da Paolo VI
Canonizzazione [[]]
Ricorrenza 21 febbraio
Altre ricorrenze
Santuario principale Casa madre dell'istituto
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrona di
Collegamenti esterni
Scheda su santiebeati.it
Virgolette aperte.png
Nel desiderio sempre crescente di farsi buona e di servire di vero cuore il Signore.
Virgolette chiuse.png
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 21 febbraio, n. 7:
« A Torino, beata Maria Enrica (Anna Caterina) Dominici, delle Suore di Sant'Anna e della Provvidenza, che governò con saggezza l'Istituto per trent’anni fino alla sua morte e lo accrebbe. »
(Santo di venerazione particolare o locale)

Beata Maria Enrica Dominici, al secolo Anna Caterina (Carmagnola, 10 ottobre 1829; † Torino, 21 febbraio 1894) è stata una suora italiana, cofondatrice della congregazione delle Suore di Sant'Anna. Guidò l'istituto per 33 anni.

Biografia

Nacque a Carmagnola Borgo Salsasio (TO), trascorrendo un'infanzia serena. Nel 1833 il padre abbandonò la famiglia, e questo episodio segnò profondamente la sua vita, pur non scalfendo in futuro il suo carattere orgoglioso e indipendente.

All'età di 21 anni entrò nell'Istituto delle Suore di Sant'Anna, accolta dalla stessa iniziatrice Giulia Colbert. Il 26 luglio 1851 vestì l’abito religioso, ricevendo il nome di Suor Maria Enrichetta. Svolse la sua attività intensamente e con fedeltà consacrando tutta la propria vita a Dio testimoniando la sua fede con le opere:

« Le piccole azioni fatte con grande amore valgono assai più che gli atti eroici fatti con mire umane. »
« solo il mio Dio poteva riempire e saziare il mio povero cuore; di tutto il resto non mi curavo. »

A 32 anni fu eletta Superiora Generale ricevendo ancora molto giovane, l'eredità di una Congregazione anch'essa giovane e si trovò ad esserne "la Madre" fino al termine della sua vita. Scelta da Dio per consolidare e sviluppare l'Istituto, Madre Enrichetta fu fedele ed autorevole testimone del carisma dei coniugi Carlo Tancredi Falletti e Giulia Colbert, iniziatori dell'istituto, estendendo l'apostolato delle sorelle anche alle prostitute e ai carcerati oltre che agli orfani.

Nel 1871 inviò le prime sei missionarie in India.

Culto

Il 7 maggio 1978 Papa Paolo VI la proclama Beata, riconoscendo la sua ricchezza e fecondità spirituale e indicando il suo cammino di santità come modello da seguire e fissandone la memoria al 21 febbraio

Collegamenti esterni
  • Biografia online sul sito della congragazione.

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.