Template:Pagina principale/LiturgiaRA/27 dicembre

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
  • Lettura - Gv 1,1-10: Quello che era da principio, quello che noi abbiamo veduto noi lo annunciamo anche a voi.
    Giovanni, il discepolo amato, ci invita a camminare nella luce che è Dio stesso. Se seguiremo la testimonianza degli apostoli, che ci raccontano ciò che hanno visto e udito, saremo anche noi discepoli diletti, purificati dal sangue di Cristo.
  • Salmo - Sal 97[96],1-2.5-6.11-12 - Rit.: I tuoi amici, Signore, contempleranno il tuo volto.
  • Epistola - Rm 10,8c-15: Quanto sono belli i piedi di coloro che recano un lieto annuncio!
    Il «lieto annuncio» che abbiamo udito apre i nostri cuori alla professione di fede, comunitaria e personale. Insieme alla comunità, infatti, proclamiamo con la bocca la nostra fede e con il cuore daremo la nostra intima adesione a Cristo, per essere da lui salvati.
  • Vangelo - Gv 21,19c-24: Questi è il discepolo che testimonia queste cose e le ha scritte.
    La caratteristica del discepolo amato e di rimanere sempre con Gesù: si china sul suo petto e rimane sotto la croce. Gesù stesso vuole che egli rimanga fino alla sua venuta: questo discepolo, con la sua vita, ci dice che Dio è amore e chi ama rimane in Dio.


Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.