Patrologia Greca

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

La Patrologia Greca (titolo completo: Patrologiae cursus completus: sive bibliotheca universalis,integra uniformis, commoda, oeconomica, omnium SS. Patrum, doctorum scriptorumque ecclesiasticorum sive latinorum sive graecorum, qui ab aevo apostolico ad tempora Innocentii III anno 1216 pro latinis et ad concilii florentinii tempora (ann. 1439) pro graecis floruerunt. Recusio chronologica omnium quae exstitere monumentorum catholicae traditionis per quindecim priora ecclesiae saecula. Series graeca, abbreviato in PG) è una raccolta di scritti dei Padri della Chiesa e di altri antichi scrittori in greco ellenistico o in greco medievale. Si tratta di 161 volumi realizzata tra il 1856 e il 1866 dall'abate francese Jacques Paul Migne.

La raccolta include sia Padri orientali che autori occidentali che scrissero prima che la lingua latina divenisse predominante in occidente nel III secolo. Per esempio ci sono gli scritti normalmente conosciuti come quelli dei Padri Apostolici come le Lettere di Clemente e il Pastore di Erma, Eusebio, Origene e i Padri Cappadoci, San Basilio Magno, Gregorio Nazianzeno e Gregorio di Nissa.

I 161 volumi furono rilegati in modo da formare complessivamente 166 volumi (i volumi 16 e 87 furono divisi in 3 parti e il volume 86 in 2) Un importante volume finale non fu mai pubblicato perché le piastre di stampa furono distrutte da un incendio nel 1868 al momento della stampa[1]

La prima edizione contenente soltanto le traduzioni latine degli originali, 81 volumi, fu realizzata tra il 1856 e il 1861. La seconda edizione contiene invece il testo greco con la traduzione latina, 166 volumi, fu realizzata tra il 1857 e il 1866. Il testo è scritto nel seguente modo, in ogni pagina c'è una colonna in greco e una colonna in latino che corrisponde alla traduzione del testo greco. Nei casi in cui l'originale greco è stato perso, per esempio nel caso di Ireneo, i frammenti del testo greco sono intercalati con la traduzione latina. In un caso, l'originale è conservato solo in lingua siriaca e tradotto in latino. Abbastanza spesso sono riportate in latino anche informazioni sull'autore.

Le prime edizioni non avevano indice, questo fu aggiunto dal greco Scholarius sotto forma di una lista di autori e soggetti nel 1879 e poi come indice completo ad Atene nel 1883. Nel 1912 le edizioni Abud Frates Garnier pubblicarono un volume di indice curato da Ferdinando Cavallera.

Viene solitamente indicata come "Migne". Nonostante l'assenza di un apparato critico rigoroso e completo rappresenta uno strumento fondamentale per lo studio dei Padri della Chiesa, dei quali le opere vengono solitamente citate dagli studiosi cattolici in base al Migne.

Lo stesso Migne curò tra il 1844 e il 1855 la pubblicazione della Patrologia Latina (PL).

Indice dei volumi

Come nel caso della patrologia latina, gli autori, a parte poche eccezioni, sono presentati in ordine cronologico a partire dagli inizi del cristianesimo fino al Concilio di Firenze.

style="width: 80%;"
Collegamenti esterni
  • Edizioni digitali complete a libero accesso del Migne Patrologia Latina e Graeca, corredate dalle fotocopie elettroniche ad alta definizione.
  • Indice con links ai volumi [1]; [2]
  • Voce Patrologia Greca di it.wiki: il materiale ivi presente è stato rielaborato in senso cattolico e integrato
Note
  1. Ferdinando Cavallera, Patrologia Graeca Cursus Completus - Indices, Apud Fratres Garnier, Paris, page 21
  2. Per alcuni volumi mancanti sul archive.org i link rimandano a gallica.fr e google books.

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.