Arcidiocesi di Santa Fe de Antioquia

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

Arcidiocesi di Santa Fe de Antioquia
Archidioecesis Sanctae Fidei de Antioquia
Chiesa latina

Catedral Nuestra Señora de la Inmaculada Concepción.JPG
arcivescovo metropolita Orlando Antonio Corrales García
Sede Santa Fe de Antioquia

sede vacante
Santa Fe de Antioquia

Amministratore apostolico {{{amministratore}}}
Nuvola apps important.svg
Ci sono degli errori relativi alla categorizzazione automatica dovuti al fatto che alcuni parametri non sono stati valorizzati!
  • Parametro: Parametro vescovo eletto senza parametro titolo eletto

Vedi {{Diocesi della chiesa cattolica/man}}

La voce è stata segnalata nella Categoria:Diocesi della chiesa cattolica/warning.

{{{vescovo eletto}}}
Suffraganea
Regione ecclesiastica {{{regione}}}
Escudo Arquidiocesis de Santa Fe de Antioquia.svg
Stemma
Mappasantafeantiochia.gif
Mappa della diocesi
Dipartimento colombiano di Antioquia
Collocazione geografica della diocesi
Nazione bandiera Colombia
diocesi suffraganee
Apartadó, Istmina-Tadó, Quibdó, Santa Rosa de Osos
coadiutore
vicario
provicario
generale
ausiliari

Cariche emerite:

Eladio Acosta Arteaga, C.I.M.
Ignacio José Gómez Aristizábal
Parrocchie 48
Sacerdoti

97 di cui 97 secolari
2.567 battezzati per sacerdote

85 religiosi 77 religiose 3 diaconi
272.000 abitanti in 11.803 km²
249.000 battezzati (91,5%% del totale)
Eretta 31 agosto 1804
Rito romano
cattedrale {{{cattedrale}}}
Santi patroni
Plazuela Martínez Pardo 12-11, Santa Fe de Antioquia, Antioquia, Colombia
tel. (94)853-11-55 fax. 853-15-96

Dati dall'annuario pontificio 2010 Scheda
Chiesa cattolica in Colombia
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica

L'arcidiocesi di Santa Fe de Antioquia (in latino: Archidioecesis Sanctae Fidei de Antioquia) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica in Colombia. Nel 2010 contava 249.000 battezzati su 272.000 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Orlando Antonio Corrales García.

Territorio

L'arcidiocesi comprende 18 municipalità del dipartimento colombiano di Antioquia: Dabeiba, Cañasgordas, Caicedo, Uramita, Frontino, Giraldo, Buriticá, Abriaquí, Santa Fe de Antioquia, Urrao, Anzá, Ebéjico, San Jerónimo, Sopetrán, Olaya, Liborina, Sabanalarga, Peque.

Sede arcivescovile è la città di Santa Fe de Antioquia, dove si trova la cattedrale dell'Assunzione di Maria Vergine.

Il territorio si estende su 11.800 km² ed è suddiviso in 48 parrocchie.

Storia

La diocesi di Antioquia fu eretta il 31 agosto 1804, ricavandone il territorio dalle diocesi di Cartagena e di Popayán (oggi entrambe arcidiocesi) e dall'arcidiocesi di Santafé en Nueva Granada (oggi arcidiocesi di Bogotá). Originariamente era suffraganea dell'arcidiocesi di Santafé en Nueva Granada.

Nel 1830 fu istituito il seminario diocesano, nel 1837 fu consacrata la cattedrale.

Il 14 febbraio 1868 in forza del decreto Apostolici ministerii della Congregazione Concistoriale fu soppressa e cedette il suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Medellín (oggi arcidiocesi). Già il 29 gennaio 1873 con la bolla Super oecumenica di papa Pio IX la sede di Antioquia fu ristabilita e riebbe dalla diocesi di Medellín parte del suo antico territorio. Il 16 aprile 1875 cedette a Medellín altre 26 municipalità.

Il 24 febbraio 1902 la diocesi entrò a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Medellín.

Il 28 aprile 1908 cedette un'altra porzione di territorio a vantaggio dell'erezione della prefettura apostolica di Chocó, successivamente soppressa.

Il 5 febbraio 1917 cedette ancora una porzione di territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Santa Rosa de Osos e nel contempo fu unita alla diocesi di Jericó, che era stata eretta il 29 gennaio 1915 e assunse il nome di diocesi di Antioquia-Jericó.

Il 3 luglio 1941 la diocesi si divise, dando origine alla diocesi di Jericó e alla presente diocesi, che tornò alla precedente denominazione di diocesi di Antioquia.

Il 14 novembre 1952 cedette un'ulteriore porzione di territorio a vantaggio dell'erezione del vicariato apostolico di Quibdó (oggi diocesi).

Il 18 giugno 1988 è tornata a cedere una porzione di territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Apartadó e nel contempo è stata elevata al rango di arcidiocesi metropolitana e ha assunto il nome attuale.

Cronotassi dei vescovi

Statistiche

Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.