Corona di immagine sacra

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Bertolero di Torino, Corona di immagine sacra (1720), oro, diamanti e pietre preziose; Oropa, Museo dei Tesori del Santuario,

La corona d'immagine sacra è un ornamento a forma di cerchio che è posta sulle immagini e statue oggetto di particolare venerazione, in particolare la Madonna con Gesù Bambino.

L'uso devozionale di "incoronare" le immagini della Madonna è antico, infatti, già all'epoca di papa Gregorio IV (827 - 844) è attestato per un'immagine nella Basilica di Santa Maria Maggiore a Roma; documentato per tutto il Medioevo e in epoca rinascimentale, come dimostrano gli inventari di varie chiese, ebbe grande diffusione dal XVII secolo.

La corona di immagine sacra viene anche detta con termine improprio, o comunque non preferibile, corona devozionale.

Tipologia

In base alle dimensioni, alla forma e alla funzione si possono classificare tre tipologie di corona d'immagine sacra.

Corona da statua

La corona da statua [1] è realizzata, nei casi di maggior pregio, in metallo prezioso con pietre incastonate.

Negli esemplari più antichi del XIV - XV secolo è costituita da una fascia di placchette snodate rettangolari o sagomate, spesso decorate con smalti e filigrane.

Corona (1770), oro e pietre preziose; Savona, Museo del Santuario di Nostra Signora di Misericordia

Nel XVII secolo la corona è di solito formata da:

  • un cerchio di base rigido su cui si eleva il fastigio, generalmente a volute, stelle e fogliami raccolti al centro e spesso culminanti in globo con una piccola croce apicale;
  • un cerchio con fastigio aperto.

In alcuni casi la corona è composta di un cerchio sul quale sono fissati elementi decorativi, come:

  • le stelle (corona di stelle);
  • le rose (corona di rose);
  • fiori vari (corona di fiori).

Corona da dipinto

La corona da mettere sulle immagini dipinte [2], presenta un analoga tipologia, ma è formata, come un diadema, solo dalla fronte.

Corona-reliquiario

Questo tipo di reliquiario[3] la cui forma allude alla natura della reliquia conservata, quali le sacre spine della corona, serviva in occasione della loro esposizione ai fedeli.

Esemplari significativi

Fra gli esempi di maggior rilievo storico-artistico si ricorda:

Bottega siciliana, Corona di dipinto (XX secolo), lamina d'oro e pietre preziose; Caltagirone (Catania)
Note
  1. ICCD - Thesaurus del corredo ecclesiastico di culto cattolico[Sito web disconnesso]
  2. ICCD - Thesaurus del corredo ecclesiastico di culto cattolico[Sito web disconnesso]
  3. ICCD - Thesaurus del corredo ecclesiastico di culto cattolico[Sito web disconnesso]
Bibliografia
  • Sandra Vasco Rocca, Gli oggetti devozionali, in Suppellettile ecclesiastica. 1, Centro Di Editore, Firenze 1988, pp. 401 - 402 ISBN 88703816412
Voci correlate
Collegamenti esterni
Firma documento.png

Il contenuto di questa voce è stato firmato il giorno 3 febbraio 2013 da Teresa Morettoni, esperta in museologia, archeologia e storia dell'arte.

Il firmatario ne garantisce la correttezza, la scientificità, l'equilibrio delle sue parti.

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.