Figlie di San Francesco di Sales

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Figlie di San Francesco di Sales
in latino '''''
[[File:|200px]]

Istituto di vita consacrata
Congregazione religiosa femminile di diritto pontificio

Altri nomi
Fondatore Servo di Dio don Carlo Cavina e Madre Teresa Fantoni
Data fondazione 1872
Luogo fondazione Lugo (Ra)
sigla F.S.F.S.
Titolo superiore
Approvato da Santa Sede
Data di approvazione 17 maggio 1939
Motto La croce dove tocca feconda
Scopo Assistenza agli infermi ed educazioni della gioventù
Santo patrono San Francesco di Sales
Collegamenti esterni

Sito ufficiale

Le Figlie di San Francesco di Sales sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: le suore di questa congregazione pospongono al loro nome la sigla F.S.F.S.[1]

Cenni storici

La congregazione venne fondata a Lugo[2] il 23 agosto 1872 da Carlo Cavina (1820-1880) e suor Teresa Fantoni, con il sostegno del vescovo di Imola Luigi Tesorieri.[3]

Le costituzioni della comunità, ispirate agli scritti di san Francesco di Sales, vennero approvate dal vescovo di Imola il 28 luglio 1890. L'istituto ottenne il pontificio decreto di lode il 31 gennaio 1931 e l'approvazione definitiva della Santa Sede il 17 maggio 1939.[3]

Attività e diffusione

Per volontà del Fondatore gli scopi dell'ordine sono[2]:

  • L’educazione della gioventù.
  • Pregare secondo le intenzioni dell’Apostolato della Preghiera.
  • Per opera della prima madre, Madre Teresa Fantoni, l’apostolato si è allargato alle persone sofferenti e anziane negli ospedali e nelle case di riposo.

Oltre che in Italia, sono presenti in India e Sud Africa:[3] Brasile, Filippine, Regno Unito e Polonia. La sede generalizia è a Roma.[1] mentre la Casa Madre è a Lugo (Ravenna).

Al 31 dicembre 2005 l'istituto contava 361 religiose in 57 case.[1]

Note
  1. 1,0 1,1 1,2 Ann. Pont. 2007, p. 1700.
  2. 2,0 2,1 Enciclopedia Rizzoli Larousse, vol. VI (1967), p. 529, voce Francesco di Sales (congregazioni di San).
  3. 3,0 3,1 3,2 DIP, vol. III (1976), col. 1698, voce a cura di G. Rocca.
Bibliografia
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.