Incumbit nobis

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Incumbit nobis
Bolla pontificia di Innocenzo IV
Stemma-Innocenzo-IV.jpg
Data 16 dicembre 1243
(I di pontificato)
Traduzione del titolo È nostro dovere
Argomenti trattati Istituzione dell'Ordine di Sant'Agostino
Bolla precedente
Bolla successiva


Tutti i documenti di Innocenzo IV
Tutte le Bolle pontificie

La Incumbit nobis ("È nostro dovere") è la bolla con cui papa Innocenzo IV il 16 dicembre 1243 invitava le comunità di eremiti della Tuscia diffusi in Alto Lazio e Bassa Toscana, fino ad allora organizzati in monasteri autonomi, a riunirsi per costituire un nuovo ordine monastico.

All'origine della bolla ci fu la richiesta che gli eremiti Stefano di Cataste, Ugo di Corbaria, Guido di Rosia e Pietro di Lupocavo portarono nei mesi precedenti dello stesso anno a Lione, dove in quel tempo risiedeva il Pontefice, per chiedere l'unione di tutti gli eremiti della Tuscia sotto una Regola comune e un solo priore generale, così come si viveva negli appena fondati Ordini religiosi dei francescani e dei domenicani.

Innocenzo IV rifletté sulla richiesta e promulgò la bolla. Con essa invitava gli eremiti della Tuscia a procedere alla costituzione di un nuovo ordine mendicante, soggetto alla regola di Sant'Agostino, che sarebbe diventato, qualche anno, dopo l'Ordine di Sant'Agostino (Ordo Eremitarum Sancti Augustini, O.E.S.A.).

Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.