Misteri gloriosi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark

I Misteri gloriosi o Misteri della gloria (in latino mysteria gloriosa) sono una delle quattro serie di cinque misteri meditati nella preghiera del Rosario. Costituiscono l'ultima serie di cinque misteri dopo quelli gioiosi dell'annuncio e dell'infanzia, quelli luminosi della vita pubblica di Gesù e quelli dolorosi della sua passione, i misteri gloriosi mettono in relazione la terra con il cielo, dalla Risurrezione all'Incoronazione di Maria.

Dopo l'introduzione dei misteri luminosi voluta da papa Giovanni Paolo II nel 2002, i misteri dolorosi si recitano di regola il mercoledì e la domenica.

La resurrezione di Gesù

Dieric Bouts - Resurrection.jpg

Il I mistero glorioso propone alla contemplazione di chi recita il Rosario la resurrezione di Gesù (Resurrectio).

« Il primo giorno dopo il sabato, di buon mattino, si recarono alla tomba, portando con sé gli aromi che avevano preparato. Trovarono la pietra rotolata via dal sepolcro; ma, entrate, non trovarono il corpo del Signore Gesù. Mentre erano ancora incerte, ecco due uomini apparire vicino a loro in vesti sfolgoranti. Essendosi le donne impaurite e avendo chinato il volto a terra, essi dissero loro: «Perché cercate tra i morti colui che è vivo? Non è qui, è risuscitato. Ricordatevi come vi parlò quando era ancora in Galilea. »
Ti offriamo, Signore Gesù, questa decina, in onore della resurrezione di Gesù , e ti chiediamo, per questo mistero e per l'intercessione della Santissima Vergine Maria, la grazia della fede.
« Ave Maria piena di Grazia; il Signore è con te. Tu sei benedetta tra tutte le donne e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù vincitore della morte»
(per recitare il rosario nella maniera indicata da Paolo VI)

L'ascensione di Gesù al Cielo

Christ-Ascension-icon-Michurin-Bulgaria-16century.jpg

Il II mistero glorioso propone alla contemplazione di chi recita il Rosario, l'ascensione di Gesù (Ascensio).

« Il Signore Gesù, dopo aver parlato con loro, fu assunto in cielo e sedette alla destra di Dio. »
Ti offriamo, Signore Gesù, questa decina, in onore dell'ascensione di Gesù, e ti chiediamo, per questo mistero e per l'intercessione della Santissima Vergine Maria, la grazia di sperare e di credere nel Cielo.
« Ave Maria piena di Grazia; il Signore è con te. Tu sei benedetta tra tutte le donne e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù asceso al Cielo»
(per recitare il rosario nella maniera indicata da Paolo VI)

La discesa dello Spirito Santo

RabulaGospelsFolio14vPentecost.jpg

Il III mistero glorioso propone alla contemplazione di chi recita il Rosario, la discesa dello Spirito Santo su Maria e gli apostoli (Descensus Spiritus Sancti).

« Mentre il giorno di Pentecoste stava per finire, si trovavano tutti insieme nello stesso luogo. Venne all'improvviso dal cielo un rombo, come di vento che si abbatte gagliardo, e riempì tutta la casa dove si trovavano. Apparvero loro lingue come di fuoco che si dividevano e si posarono su ciascuno di loro; ed essi furono tutti pieni di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue come lo Spirito dava loro il potere d'esprimersi. »
Ti offriamo, Signore Gesù, questa decina, in onore della discesa dello Spirito Santo, e ti chiediamo, per questo mistero e per l'intercessione della Santissima Vergine Maria, la grazia della carità e del dono dello Spirito Santo.
« Ave Maria piena di Grazia; il Signore è con te. Tu sei benedetta tra tutte le donne e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù che ci ha inviato il dono dello Spirito Santo»
(per recitare il rosario nella maniera indicata da Paolo VI)

L'assunzione di Maria Vergine al Cielo

Pietro Perugino cat85a.jpg

Il IV mistero glorioso propone alla contemplazione di chi recita il Rosario, assunzione di Maria Vergine al Cielo (Assumptio).

« perché ha guardato l'umiltà della sua serva.

D'ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata. Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente e Santo è il suo nome: »

Ti offriamo, Signore Gesù, questa decina, in onore dell'assunzione di Maria Vergine al Cielo, e ti chiediamo, per questo mistero e per l'intercessione della Santissima Vergine Maria, la grazia della devozione a Maria e la grazia di una buona morte.
« Ave Maria piena di Grazia; il Signore è con te. Tu sei benedetta tra tutte le donne e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù che ti accoglie in corpo e anima»
(per recitare il rosario nella maniera indicata da Paolo VI)

L'incoronazione di Maria Vergine

Enguerrand Charonton 001.jpg

Il V mistero glorioso propone alla contemplazione di chi recita il Rosario, l'incoronazione di Maria Vergine in Cielo (Coronatio in Caelo).

« Nel cielo apparve poi un segno grandioso: una donna vestita di sole, con la luna sotto i suoi piedi e sul suo capo una corona di dodici stelle. »
Ti offriamo, Signore Gesù, questa decina, in onore dell'incoronazione di Maria Vergine in Cielo, e ti chiediamo, per questo mistero e per l'intercessione della Santissima Vergine Maria, la grazia del trionfo del Cuore immacolato di Maria.
« Ave Maria piena di Grazia; il Signore è con te. Tu sei benedetta tra tutte le donne e benedetto è il frutto del tuo seno, Gesù che ti incorona Regina del Celo»
(per recitare il rosario nella maniera indicata da Paolo VI)
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.