Natività di Gesù con san Giovannino (Sandro Botticelli)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Firenze Ch.SMariaNovella S.Botticelli NativitaGesu+S.Giovannino 1476-78.jpg
Sandro Botticelli, Natività di Gesù con san Giovannino (1476 - 1478), affresco
Opera d'arte
Stato

bandiera Italia

Regione Stemma Toscana
Regione ecclesiastica Toscana
Provincia Firenze
Comune

Stemma Firenze

Località
Diocesi Firenze
Parrocchia o Ente ecclesiastico
Ubicazione specifica Basilica di Santa Maria Novella, controfacciata, sopra il portale centrale
Uso liturgico quotidiano
Comune di provenienza Firenze
Luogo di provenienza Basilica di Santa Maria Novella, Cappella dell'Epifania
Oggetto dipinto murale
Soggetto Natività di Gesù con san Giovannino
Datazione 1476 - 1478
Datazione
Datazione Fine del {{{fine del}}}
inizio del {{{inizio del}}}
Ambito culturale
Autore

Sandro Botticelli (Alessandro Filipepi)
detto Sandro Botticelli

Altre attribuzioni Filippino Lippi
Materia e tecnica affresco staccato
Misure h. 200 cm; l. 300 cm
Iscrizioni
Stemmi, Punzoni, Marchi
Note
Collegamenti esterni
Virgolette aperte.png
Ora, mentre si trovavano in quel luogo (Betlemme), si compirono per lei (Maria) i giorni del parto. Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia, perché non c'era posto per loro nell'albergo. [...] Andarono dunque senz'indugio e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, che giaceva nella mangiatoia. [...] Maria, da parte sua, serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore.
Virgolette chiuse.png

La Natività di Gesù con san Giovannino è un dipinto murale, eseguito tra il 1476 e il 1478, da Alessandro Filipepi detto Sandro Botticelli (1445 - 1510), proveniente dalla Cappella dell'Epifania nella Basilica di Santa Maria Novella a Firenze e ora collocata sulla controfacciata, sopra il portale centrale della medesima basilica.

Descrizione

Soggetto

La scena è ambientata all'interno della capanna, dove compaiono:

  • Maria Vergine (a sinistra) a mani giunte, in adorazione di Gesù Bambino, adagiato su panno, che sembra volersi alzare verso di lei per abbracciarla;
  • San Giuseppe (a destra) raffigurato come un uomo anziano, che veglia, addormentato con un braccio appoggiato su una sella, ricordando come il suo ruolo nella Sacra famiglia sia quello di semplice custode di Gesù e Maria;
  • Bue e asino (al centro), appaiono da un'apertura nel muro della capanna, simboli di ebrei e romani che assistettero alla nascita di Gesù;
  • san Giovannino accorre felice verso Gesù Bambino.

Note stilistiche, iconografiche e iconologiche

Notizie storico-critiche

Il dipinto murale con la Natività di Gesù con san Giovannino era la lunetta posta a coronamento dell'Adorazione dei Magi (1475 circa), commissionata da Gaspare Del Lama per la sua cappella funeraria dedicata all'Epifania, che si trovava sulla controfacciata della Basilica di Santa Maria Novella.

In seguito l'apparato decorativo della cappella venne smantellato e il dipinto seguì altre strade, mentre la lunetta fu staccata nel XIX secolo per fare spazio all'affresco con la Trinità di Masaccio che aveva cambiato ubicazione. La Natività di Gesù fu così sistemata sopra il portale centrale della Basilica, adattandola alla forma cuspidata dell'arco, collocazione che mantiene ancora oggi, anche se da tempo la Trinità è ritornata nella sua originaria ubicazione lungo la navata.

Nel 1982, il dipinto è stato sottoposto ad un lungo intervento di restauro per rimuovere le notevoli ridipinture, che ne rendevano difficile la valutazione critica, componendo così i dubbi di alcuni storici dell'arte circa l'attribuzione dell'opera a Sandro Botticelli.

Bibliografia
  • Bernhard Berenson, Pitture italiane del Rinascimento. Catalogo dei principali artisti e delle loro opere con un indice dei luoghi, Editore Hoepli, Milano 1936, p. 89
  • Federico Poletti, Botticelli, col. "I geni dell'Arte", Editore Mondadori, Milano 2007 ISBN 977721718390
  • Bruno Santi, Botticelli, col. "I grandi maestri dell'Arte", Editore Scala, Firenze 1991
Voci correlate
Collegamenti esterni
Firma documento.png

Il contenuto di questa voce è stato firmato il giorno 30 luglio 2013 da Teresa Morettoni, esperta in museologia, archeologia e storia dell'arte.

Il firmatario ne garantisce la correttezza, la scientificità, l'equilibrio delle sue parti.

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.