Ordine Basiliano di San Giosafat

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Ordine Basiliano di San Giosafat
in latino Ordo Sancti Basilianus Iosaphat
POL CoA bazylianie.png
Stemma dell'ordine[1]

Istituto di vita consacrata
Ordine monastico maschile di diritto pontificio

Altri nomi
fino al 1867: Ordo Sancti Basilio Magni
Fondatore Giosafat Kuncewicz
Data fondazione 1607
Luogo fondazione Vilnius
sigla O.S.B.M.
Titolo superiore
Regola di San Basilio
Approvato da Papa Urbano VIII
Data di approvazione 1631
Abito Tunica e mantello neri
Scopo Vita di preghiera, lavoro manuale e intellettuale, predicazione e la missione per l'ecumenismo
Santo patrono San Basilio Magno
Collegamenti esterni

Sito ufficiale

Scheda su gcatholic.com
Scheda su catholic-hierarchy.org

Giosafat Kuncewicz (1580-1623), fondatore e titolare dell'ordine

L'Ordine Basiliano di San Giosafat (in latino Ordo Basilianus Sancti Iosaphat) è un istituto religioso maschile di diritto pontificio: i monaci di quest'ordine di rito bizantino pospongono al loro nome la sigla O.S.B.M. (Ordo Sancti Basilii Magni).

Storia

L'ordine nacque dalla riforma del monachesimo bizantino ruteno promossa in Polonia dal vescovo di Polatsk Giosafat Kuncewicz (1580-1623) e dal Metropolita di Kiev Józef Welamin Rutski : nel 1617 i monasteri vennero federati e andarono a costituire un ordine centralizzato (istituzione aliena al monachesimo cristiano orientale), sottoposto alla guida di un unico superiore generale (protoarchimandrita) residente nel monastero della Santissima Trinità di Vilnius. L'istituto venne intitolato al suo fondatore dopo la canonizzazione del vescovo Kuncewicz (1867).

La Santa Sede approvò l'ordine il 20 agosto 1631.

Diffusione

I Basiliani di San Giosafat sono diffusi anche in Lituania, Ungheria, Bielorussia e nei paesi americani.

Al 31 dicembre 2005, l'ordine contava 90 monasteri e 589 religiosi, 309 dei quali sacerdoti.[2]

Note
  1. Al centro una colonna di fiamme rappresentante San Basilio sopra un globo raffigurante il mondo, sopra il monogramma di Cristo all'interno di un sole raggiante nascente. Lo scudo è avvolto da due rami a destra di quercia (coraggio e perseveranza), a sinistra l'alloro (pace e amore per la saggezza)
  2. Dati statistici riportati dall'Annuario Pontificio per l'anno 2007, Città del Vaticano, 2007, p. 1464.
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.