Strage degli innocenti (Pieter Brueghel il Vecchio)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
AUT Vienna KunsthistorischesMu P.BruegelVecchio StrageInnocenti 1567ca.jpg
Pieter Bruegel il Vecchio, Strage degli innocenti (1567 ca.), olio su tavola
Strage degli innocenti
Opera d'arte
Stato

bandiera Austria

Regione [[]]
Regione ecclesiastica [[|]]
Provincia
Comune

Stemma Vienna

Località
Diocesi Vienna
Parrocchia o Ente ecclesiastico
Ubicazione specifica Kunsthistorisches Museum, sala 10
Uso liturgico nessuno
Comune di provenienza
Luogo di provenienza
Oggetto dipinto
Soggetto Strage degli innocenti
Datazione 1567 ca.
Datazione
Datazione Fine del {{{fine del}}}
inizio del {{{inizio del}}}
Ambito culturale scuola fiamminga
Autore

Pieter Bruegel il Vecchio
detto il Vecchio

Altre attribuzioni
Materia e tecnica olio su tavola
Misure h. 116 cm; l. 160 cm
Iscrizioni BRVEG[el]
Stemmi, Punzoni, Marchi
Note
opera firmata
Collegamenti esterni
Virgolette aperte.png
16Quando Erode si accorse che i Magi si erano presi gioco di lui, si infuriò e mandò a uccidere tutti i bambini che stavano a Betlemme e in tutto il suo territorio e che avevano da due anni in giù, secondo il tempo che aveva appreso con esattezza dai Magi. 17Allora si compì ciò che era stato detto per mezzo del profeta Geremia:

« 18Un grido è stato udito in Rama, un pianto e un lamento grande: Rachele piange i suoi figli e non vuole essere consolata, perché non sono più.»

Virgolette chiuse.png

La Strage degli Innocenti è un dipinto, eseguito nel 1567 circa, ad olio su tavola, dal pittore fiammingo Pieter Bruegel il Vecchio (1527 ca. - 1569), conservato presso il Kunsthistorisches Museum di Vienna (Austria).

Descrizione

Soggetto

La scena della Strage degli Innocenti è ambientata in un villaggio fiammingo d'inverno, coperto dalla neve, nel quale si sta consumando l'eccidio ordinato da Erode il Grande e dove compaiono:

  • Gruppo di soldati a cavallo staziona al centro.
  • Alcuni soldati cercano e uccidono i bambini.
  • Alcuni bambini piangono e si disperano, altri giacciono morti a terra.
  • Donne disperate cercano di proteggere, invano, i figli dalla furia omicida, fra le quali si nota una madre che si accascia sul proprio bambino per difenderlo dal colpo mortale, un'altra corre via a mani levate urlando disperatamente.

Note stilistiche, iconografiche e iconologiche

  • L'elemento straordinario di questo dipinto è il contrasto fra ambientazione ed evento, fra la quiete del paesaggio e il dramma situazione storica: una polarità visiva ed emozionale che conferisce alla scena un grande valore artistico.
  • La figura del capo degli armati, al centro, attraverso la visiera alzata dell'elmo, mostra il viso barbuto, grazie a questo particolare è stato possibile identificarlo con Fadrique Álvarez de Toledo y Enríquez de Guzmán (1537 - 1583), duca d'Alba e comandante delle truppe spagnole, durante la fase più sanguinosa della Guerra degli Ottant'Anni (1568 - 1648), tanto che eseguì i massacri nelle città olandesi di Mechelen, Zutphen e Naarden.

Iscrizione

Nel dipinto si trova, in basso a destra, la firma mutila del pittore:

« BRVEG[el] »
Bibliografia
  • Pietro Allegretti, Brueghel, Editore Skira, Milano 2003
  • Marco Bussagli, Brueghel, col. "Art Dossier", Editore Giunti, Firenze 1998
  • Klaus Ertz, Pieter Brueghel il Giovane e Jan Brueghel il Vecchio. Tradizione e progresso: una famiglia di pittori fiamminghi tra Cinque e Seicento, Editore Luca, Lingen 1998
  • Sergio Gaddi, Doron J. Lurie, La dinastia Brueghel, catalogo della mostra (Como, 24 marzo - 29 luglio 2012), Editore Silvana, Milano 2012, ISBN 9788836622580
  • Amedeo Giampaglia, Il Rinascimento in Europa: Dürer, Bruegel, El Greco: la riscoperta di Dio nell'uomo, col. "La Bellezza di Dio. L'Arte ispirata dal Cristianesimo", Editore San Paolo, Palazzolo sull'Oglio (BS) 2003, pp. 60 - 61
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.