Velo di calice

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Velo da calice)
Velo di calice (1900 - 1910)

Il velo di calice è un riquadro di stoffa utilizzato per coprire il calice e la patena, che vi è posata sopra, durante la Messa fino al momento dell'offertorio e poi, dopo la comunione, fino alla fine della celebrazione.

Si tratta di un riquadro di 50-65 centimetri di lato, della stessa stoffa e colore dei paramenti del giorno, foderato e rifinito lungo i bordi da galloni; al centro vi sono la croce e il monogramma di Cristo.

Storia

Questo tipo di copertura è probabilmente derivato dal pannus offertorius con cui anticamente si avvolgevano, in segno di riverenza, le anse del calice quando questo era posato sull'altare, secondo una consuetudine di cui parla il XV Ordo Romanus.

Il velo di calice, secondo la tipologia ancora in uso, risale al XVI secolo e venne prescritto nel messale di Pio V (1570) che lo elenca tra gli accessori indispensabili per la celebrazione della Messa.

Il velo è anche ricordato nelle Istruzioni di san Carlo Borromeo che ne specifica misure e materia.

Esemplari significativi

Museo Diocesano di Molfetta, Velo di calice del vescovo Giovanni Costantini (1837 - 1852), raso di seta laminato in argento, ricamato in oro filato, in lamina e seta policroma

Fra gli esempi di maggior rilievo storico-artistico si ricorda:

Bibliografia
  • Benedetta Montevecchi, La biancheria e le coperture sacre, Suppellettile ecclesiastica I, Centro Di Editore, Firenze 1988, p. 215 ISBN 88703816412
Voci correlate
Collegamenti esterni
Firma documento.png

Il contenuto di questa voce è stato firmato il giorno 29 gennaio 2013 da Teresa Morettoni, esperta in museologia, archeologia e storia dell'arte.

Il firmatario ne garantisce la correttezza, la scientificità, l'equilibrio delle sue parti.

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.