Serve di San Giuseppe

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Serve di San Giuseppe
in latino '''''
SSJ-josefinas.jpg

Istituto di vita consacrata
Congregazione religiosa femminile di diritto pontificio

Altri nomi
Fondatore Santa Bonifacia Rodriguez Castro
Data fondazione 10 gennaio 1874
Luogo fondazione Salamanca
sigla SSJ
Coordinatore Generale Madre Lillian Ocenar
Approvato da Leone XIII
Data di approvazione 1° luglio 1901
Motto Lavoro, fede, amore.
Abito Abito e velo neri, cuffia bianca.
Scopo Supporto e formazione per i giovani lavoratori
Costituzioni 1874
Approvazione provvisoria Diocesi 7 gennaio 1874
Collegamenti esterni

Sito ufficiale

Le Serve di San Giuseppe (in spagnolo Siervas de San José) sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: le suore di questa congregazione pospongono al loro nome la sigla S.S.J.[1]

Cenni storici

Bonifacia Rodríguez Castro, fondatrice della congregazione

La congregazione venne fondata da Bonifacia Rodríguez Castro (1837-1905) con l'aiuto del padre gesuita Francisco Butinyà i Hospital (1834-1899) per l'apostolato verso il mondo dei lavoratori operai: il 10 gennaio 1874 la Rodríguez Castro e cinque sue compagne iniziarono a condurre vita comune a Salamanca e, il 19 marzo successivo (festa di san Giuseppe), ricevettero l'abito carmelitano dal vescovo Joaquín Lluch y Garriga.[2]

L'istituto venne approvato da papa Leone XIII il 1º luglio 1901: le sue costituzioni, riviste dopo la promulgazione del Codice Piano Benedettino, vennero approvate ad experimentum il 2 luglio 1930 e definitivamente il 14 dicembre 1942.[2]

La fondatrice è stata beatificata il 9 novembre 2003 da papa Giovanni Paolo II[3] e canonizzata da papa Benedetto XVI il 23 ottobre 2011[4].

Attività e diffusione

Il fine delle Serve di San Giuseppe è la promozione umana dell'infanzia e della gioventù femminile, soprattutto negli ambienti operai: si dedicano ad attività educative e sociali.

Sono presenti in Spagna, Italia, Congo, America latina (Argentina, Bolivia, Cile, Colombia, Cuba, Perù), Filippine, Vietnam e Papua Nuova Guinea:[5] la sede generalizia è a Roma.[1]

Al 31 dicembre 2005 l'istituto contava 684 religiose in 96 case.[1]

Note
  1. 1,0 1,1 1,2 Ann. Pont. 2007, p. 1703.
  2. 2,0 2,1 DIP, vol. V (1978), coll. 1633-1634, voce a cura di J. Lozano.
  3. Tabella riassuntiva delle beatificazioni avvenute nel corso del pontificato di Giovanni Paolo II su vatican.va. URL consultato il 20-11-2009
  4. Cappella papale per la canonizzazione dei beati Guido Maria Conforti, Luigi Guanella e Bonifacia Rodríguez de Castro, ultimo accesso 23-10-2011
  5. Siervas de San José. Dónde estamos su siervasdesanjose.org. URL consultato il 20-11-2009
Bibliografia
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.