Bacili gemelli

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Bottega limosina, Bacili gemelli (uno di due), XIII secolo, rame smaltato; Museo d'Arte Sacra di Montespertoli

I bacili gemelli (detti anche gemellions) sono coppie di recipienti similari usati nel tardo Medioevo per abluzioni liturgiche.

Questo servizio da lavabo è formato da due bacili simili per forma e decorazione, impilabili uno sull'altro: il bacile inferiore è destinato ha ricevere l'acqua versata da quello superiore, fornito a questo scopo di un beccuccio (detto versatoio), qualche volta figurato a testa di animale.

I bacili gemelli vengono anche detti con termine improprio, o comunque non preferibile, gemellioni.

Gli esemplari più preziosi sono quelli realizzati a Limoges (Francia), in rame dorato e smaltato, dal XIII al XIV secolo.

I bacili gemelli potevano avere due funzioni:

  • ad uso sacro, decorati generalmente con raffigurazioni sacre;
  • ad uso profano, ornati con soggetti cortesi e cavallereschi.

Esemplari significativi

Tra i rari esempi di gemellions di probabile impiego liturgico, conservati in Italia, ormai quasi tutti singoli, si ricordano:

Bibliografia
  • Sandra Vasco Rocca, Gli oggetti liturgici, in Suppellettile ecclesiastica I, Centro Di Editore, Firenze 1988, p. 230 ISBN 88703816412
Voci correlate
Collegamenti esterni
Firma documento.png

Il contenuto di questa voce è stato firmato il giorno 20 gennaio 2013 da Teresa Morettoni, esperta in museologia, archeologia e storia dell'arte.

Il firmatario ne garantisce la correttezza, la scientificità, l'equilibrio delle sue parti.

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.