Beato Francesco Rogaczewski

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Beato Francesco Rogaczewski
Presbitero · Martire
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
Beato

37060.JPG

'
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 47 anni
Nascita Lipinki
23 dicembre 1892
Morte Gdansk-Zaspa
11 gennaio 1940
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale 16 marzo 1918
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi

Iter verso la canonizzazione

Venerato da Chiesa cattolica
Venerabile il 26 marzo 1999, da Giovanni Paolo II
Beatificazione 13 giugno 1999, da Giovanni Paolo II
Canonizzazione [[]]
Ricorrenza 11 gennaio
Altre ricorrenze
Santuario principale
Attributi
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di
Collegamenti esterni
Scheda su santiebeati.it
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 11 gennaio, n. 12:
« Presso Danzica in Polonia, beato Francesco Rogaczewski, sacerdote e martire, che, durante l'occupazione della Polonia da parte di un regime ateo, venne fucilato per la sua fede. »
(Santo di venerazione particolare o locale)

Beato Francesco Rogaczewski (Franciszek) (Lipinki, 23 dicembre 1892; † Gdansk-Zaspa, 11 gennaio 1940) è stato un presbitero e martire polacco, Papa Giovanni Paolo II il 13 giugno 1999 elevò agli onori degli altari ben 108 vittime della medesima persecuzione nazista, tra le quali il Beato Francesco Rogaczewski, che viene dunque ora festeggiato nell'anniversario del martirio.

Biografie

Nacque a Lipinki, nella Regione Kujawsko-Pomorskie in Polonia, il 23 dicembre 1892. Il 16 marzo del 1918 ricevette l'ordinazione presbiterale.

Nel 1920 divenne curato presso la parrocchia del Sacro Cuore di Gesù in Wrzeszcz. Molto apprezzato come organizzatore e attivista il 25 novembre 1924 fu nominato assieme a un gruppo di sacerdoti polacchi nella Lega cattolica. Fu un membro del consiglio e vice presidente di Alma Mater, cappellano dei ferrovieri e dei dipendenti delle Poste polacche.

Il 31 gennaio 1930, l'arcivescovo di Danzica Edward O'Rourke lo nominò parroco di una nuova comunità di fedeli a Danzica dove in breve tempo eresse la nuova chiesa di Cristo Re che fu consacrata il 30 ottobre del 1932. Negli anni successivi la parrocchia fu uno dei centri più importanti della vita religiosa e sociale di Danzica.

Il 1° settembre 1939 fu arrestato con l'accusa di essere cristiano. Imprigionato e torturato, fu infine fucilato l'11 gennaio 1940 nei pressi di Gdansk.

Culto

Fu beatificato da Papa Giovanni Paolo II il 13 giugno del 1999 [1] nei 108 martiri in Odium Fidei del nazzismo1939-1945 [2].

Note

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.