Diocesi di Basse-Terre

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Chiesa Cattolica in Saint-Barthélemy)

Diocesi di Basse-Terre
Dioecesis Imae Telluris
Chiesa latina

Cattedralebasseterre.jpg
vescovo Jean-Yves Riocreux
Sede Basse Terre

sede vacante
Basse Terre

Amministratore apostolico {{{amministratore}}}
Nuvola apps important.svg
Ci sono degli errori relativi alla categorizzazione automatica dovuti al fatto che alcuni parametri non sono stati valorizzati!
  • Parametro: Parametro vescovo eletto senza parametro titolo eletto

Vedi {{Diocesi della chiesa cattolica/man}}

La voce è stata segnalata nella Categoria:Diocesi della chiesa cattolica/warning.

{{{vescovo eletto}}}
Suffraganea dell'arcidiocesi di Fort-de-France
Regione ecclesiastica {{{regione}}}
Guadeloupe map.png
Mappa della diocesi
Nazione bandiera Guadalupa
diocesi suffraganee
{{{suffraganee}}}
coadiutore
vicario
provicario
generale
ausiliari

Vescovi emeriti:

Parrocchie 44
Sacerdoti

57 di cui 41 secolari e 16 regolari
7.017 battezzati per sacerdote

17 religiosi 165 religiose 10 diaconi
474.000 abitanti in 1.780 km²
400.000 battezzati (84,4% del totale)
Eretta 27 settembre 1850
Rito romano
cattedrale {{{cattedrale}}}
Santi patroni
B.P. 369, Place Saint-François, 97106 Basse-Terre CEDEX, Guadalupa, Antille Francesi
tel. 81.36.69 fax. 81.98.23

Sito ufficiale

Dati dall'annuario pontificio 2007
Chiesa cattolica in Francia
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica

La diocesi di Basse-Terre (in latino: Dioecesis Imae Telluris) è una sede della Chiesa Cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Fort-de-France e membro della Conferenza Episcopale delle Antille. Nel 2006 contava 400.000 battezzati su 474.000 abitanti.

Territorio

La diocesi comprende le isole di Guadalupa[1] e di Saint-Barthélemy[2], nonché la parte francese dell'isola di Saint-Martin[3].

Sede vescovile è la città di Basse-Terre, dove si trova la cattedrale di Nostra Signora di Guadalupa. A Pointe-à-Pitre si trova l'ex cattedrale dei Santi Pietro e Paolo.

Il territorio è suddiviso in 44 parrocchie.

Storia

La diocesi di Guadalupa e Basse-Terre fu eretta il 27 settembre 1850, ricavandone il territorio dalla prefettura apostolica delle Isole di Terraferma (oggi arcidiocesi di Fort-de-France). Originariamente era suffraganea dell'arcidiocesi di Bordeaux.

Il 19 luglio 1951 la diocesi ha assunto il nome attuale.

Il 26 settembre 1967 è entrata a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Fort-de-France.

Cronotassi dei vescovi

Statistiche

La diocesi al termine dell'anno 2006 su una popolazione di 474.000 persone contava 400.000 battezzati, corrispondenti all'84,4% del totale.

Note
  1. Guadalupa (in francese Guadeloupe) è un'isola delle Antille che, con le sue piccole vicine, costituisce un Dipartimento francese d'Oltremare dal 1946 e una Regione francese d'Oltremare dal 1983. Fino al 15 luglio 2007, facevano parte della Guadalupa anche le isole Saint-Barthélemy e la parte settentrionale di Saint-Martin, la cui parte meridionale fa parte invece delle Antille Olandesi. L'isola fu scoperta all'inizio di novembre del 1493 da Cristoforo Colombo, dopo una lunga traversata dell'Oceano Atlantico al termine della quale scoprì La Désirade, Marie-Galante e infine Kerikera, cui diede il nome di Guadalupa, dal nome di Santa Maria de Guadalupe, nella regione spagnola dell'Estremadura. Gli spagnoli non si interessarono dell'arcipelago. Il 28 giugno 1635 Guadalupa venne occupata dai francesi. Fu però solamente nel 1674 che Guadalupa divenne una colonia della Corona francese, dipendendo amministrativamente dalla Martinica. Le numerose invasioni inglesi e la presenza di pirati, che infestavano quei mari, non impedirono la crescita economica, favorita dall'indiscriminato sfruttamento degli schiavi. Dopo un periodo di occupazione inglese ed una promessa cessione alla Svezia, le isole tornarono definitivamente in mano francese solo nel 1816. Nel 1871 Guadalupa venne rappresentata per la prima volta nel parlamento francese con un proprio deputato.
  2. Saint-Barthélemy (o Collectivité de Saint-Barthélemy) spesso abbreviata in Saint Barts è un'isola delle Antille e dal 22 febbraio 2007 una Collettività d'Oltremare della Francia. Conta 6.852 abitanti. Precedentemente e provvisoriamente fino al 15 luglio 2007 era un comune francese che faceva parte della Dipartimento d'oltremare della Guadalupa. L'isola di Saint-Barthélemy venne rivendicata dalla Francia sin dal 1648. Nel 1784 essa venne ceduta alla Svezia in cambio di alcuni diritti commerciali nel porto di Goteborg. La Svezia la governò per quasi un secolo, finché nel 1878 la rivendette di nuovo alla Francia.
  3. Saint-Martin (o Collectivité de Saint-Martin) è la parte settentrionale dell'isola omonima nelle Piccole Antille, dipendente dalla Francia, mentre la parte meridionale è detta Sint Maarten ed è parte dei Paesi Bassi. Dal 22 febbraio 2007 è divenuta una Collettività d'Oltremare della Francia. Conta 33.102 abitanti. Precedentemente e provvisoriamente fino al 15 luglio 2007 era un comune francese che faceva parte del dipartimento d'oltremare della Guadalupa.
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.