Festa della Madonna della Neve (Ponticelli)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Festa della Madonna della Neve (Ponticelli)
Ponticelli FestaMadonnaNeve statua.jpg
Statua della Madonna della Neve
Festa mariana
Festa patronale
Festa locale
Commemorazione celebrata Madonna della Neve, patrona della frazione
Chiamata anche
Note
Stato bandiera Italia
Regione Stemma Campania
Provincia Napoli
Comune Napoli
Località Ponticelli
Luogo specifico piazze e vie del borgo
Diocesi Napoli
Periodo Estate
Data 5 agosto
Data fine
Data mobile Corpus Domini - domenica successiva al 5 agosto
Data d'istituzione 1788
Organizzata da Parrocchia e Comitato festeggiamenti della Madonna della Neve
Tradizioni religiose processioni, celebrazione eucaristica
Tradizioni folcloristiche {{{tradizioni folcloristiche}}}
Tradizioni culinarie
Informazioni Parrocchia
Piazza Vincenzo Aprea, 2 - 80147 Napoli (NA)

Tel/Fax +39 081 5962268
comitato@santamariadellaneve.it

Collegamenti esterni
Sito ufficiale dell'Istituto Centrale per la DemoEtnoAntropologia (IDEA)

La Festa della Madonna della Neve si svolge annualmente a Ponticelli, frazione del comune di Napoli, dal Corpus Domini alla domenica successiva al 5 agosto, in onore della Madonna della Neve, patrona del borgo.

Storia

Il culto ponticellese alla Madonna della Neve ha origine nel XVI secolo, ma solo nel 1788 venne proclamata, da papa Pio VI, patrona principale del borgo.

Il 5 agosto, il calendario liturgico celebra la Dedicazione della Basilica di Santa Maria Maggiore, detta anche la Festa della Madonna della Neve'‘.

Descrizione

La festa si articola in tre momenti celebrativi e devozionali precisi, scanditi dalla tradizione:

Bandiera

Nella domenica in cui si celebra il Corpus Domini, i fuochi d'artificio e la banda musicale annunciano ai ponticellesi che cominciano i preparativi per la festa.

Dalla Basilica Pontificia di Santa Maria della Neve, risalente al XIII secolo, esce la processione che sorreggono lo Stendardo processionale della Madonna della Neve, ornato di fiori e trasportato a spalla. Fino alla domenica della festa (5 agosto), resterà esposto alla venerazione dei fedeli.

Festa

Le Statue processionali della Madonna della Neve sono due:

  • Statua processionale, in legno scolpito policromo (h. 1,75 m): la Madonna, in posizione eretta, tiene sul braccio destro Gesù Bambino e sulla mano sinistra un pugno di neve. Il mantello ed il vestito sono ricamati con il filo d'oro.
  • Manichino processionale (fine del XVIII secolo): il corpo presenta una struttura in legno e canapa, vestito con un abito prezioso, ed ancorato ad una base processionale. La testa e le mani sono scolpite in legno. Gesù Bambino fu rubato il 30 novembre 1977: questa statua è portata a braccia dai sacerdoti di Ponticelli e viene issata alla sommità della macchina processionale tramite un ascensore manuale interno.

La liturgia celebra la Madonna della Neve il 5 agosto: dall'alba al tramonto, i fedeli partecipano alle varie celebrazioni eucaristiche nella Basilica Pontificia di Santa Maria della Neve.

Carro

La domenica successiva al 5 agosto, Ponticelli vive il giorno del trionfo.

Il Carro è una struttura tronco piramidale (ha 16,60 m con basi quadrate i cui lati misurano rispettivamente 2,20 m e 1,50) decorata, ogni anno, da un artista diverso scelto attraverso un Concorso Nazionale per il Progetto Decorativo, viene condotta per le vie del borgo di Ponticelli. La decorazione del Carro ha la funzione di lodare la Protettrice e concretizzare i contenuti della realtà evangelica contemplata e vissuta in quell'anno da tutta la comunità parrocchiale. Alla sommità del Carro si fissa la Statua della Madonna della Neve.

Il Carro è trasportato dai fedeli in piena libertà. Quando il loro numero è sufficiente si procede con rapidità, ma quando vi sono dei vuoti si vivono momenti di ondeggiamento pericoloso.

La processione, dalle ore 11.00 alle 19.00, si snoda per le vie del borgo fino alla piazza centrale dove la gente rimane in festa e attende paziente che la Statua della Madonna venga riportata a terra per passare sotto una pioggia di petali di fiori.

Riconoscimenti

L'Istituto Centrale per la DemoEtnoAntropologia ha riconosciuto l'evento, quale Patrimonio immateriale d'Italia

IDEA, logo.jpg
Patrimonio immateriale d'Italia

Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.