Gesù Cristo nella casa di Marta e Maria di Betania (Jan Vermeer)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
GBR Edimburgo NationalGallery J.Vermeer GesùcasaMarta+MariaBetania 1655ca.jpg
Jan Vermeer, Gesù Cristo nella casa di Marta e Maria di Betania (1655 ca.), olio su tela
Gesù Cristo nella casa di Marta e Maria di Betania
Opera d'arte
Stato

bandiera Regno Unito

Nazione Scozia
Regione ecclesiastica [[|]]
Contea
Comune

Edimburgo

Località
Diocesi Saint Andrews ed Edimburgo
Parrocchia o Ente ecclesiastico
Ubicazione specifica National Gallery of Scotland
Uso liturgico nessuno
Comune di provenienza
Luogo di provenienza
Oggetto dipinto
Soggetto Gesù Cristo nella casa di santa Marta e santa Maria di Betania
Datazione 1655 ca.
Datazione
Datazione Fine del {{{fine del}}}
inizio del {{{inizio del}}}
Ambito culturale
Autore

Jan Vermeer (Johannes Vermeer)
detto Jan

Altre attribuzioni
Materia e tecnica olio su tela
Misure h. 158,5 cm; l. 141,5 cm
Iscrizioni IV Meer
Stemmi, Punzoni, Marchi
Note
opera firmata

<span class="geo-dms" title="Mappe, foto aeree ed altre informazioni per Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto.">Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. Errore nell'espressione: operatore < inatteso.°Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: operatore < inatteso.Errore nell'espressione: carattere di punteggiatura "{" non riconosciuto. / {{{latitudine_d}}}, {{{longitudine_d}}} {{{{{sigla paese}}}}}


Collegamenti esterni
Virgolette aperte.png
38Mentre erano in cammino, entrò in un villaggio e una donna, di nome Marta, lo accolse nella sua casa. 39Essa aveva una sorella, di nome Maria, la quale, sedutasi ai piedi di Gesù, ascoltava la sua parola; 40Marta invece era tutta presa dai molti servizi. Pertanto, fattasi avanti, disse: «Signore, non ti curi che mia sorella mi ha lasciata sola a servire? Dille dunque che mi aiuti». 41Ma Gesù le rispose: «Marta, Marta, tu ti preoccupi e ti agiti per molte cose, 42ma una sola è la cosa di cui c'è bisogno. Maria si è scelta la parte migliore, che non le sarà tolta».
Virgolette chiuse.png

Gesù Cristo nella casa di Marta e Maria di Betania è un dipinto, eseguito nel 1655 circa, ad olio su tela dal pittore olandese Johannes Vermeer, detto Jan Vermeer (1632 - 1675), conservato presso la National Gallery of Scotland di Edimburgo (Gran Bretagna).

Descrizione

Soggetto

La scena del dipinto si svolge all’interno dell'abitazione di Marta e Maria di Betania, dove compaiono:

  • Gesù Cristo, seduto, sta replicando pacatamente alle obiezioni di Marta ed alla sua richiesta d'aiuto nelle faccende domestiche da parte di Maria.
  • Santa Maria di Betania, sorella di Marta, seduta, ad un livello più basso di Gesù, in segno di sottomessa e devota attenzione.
  • Santa Marta di Betania non si rivolge alla sorella, ma a Gesù, perché la esorti ad aiutarla negli aspetti pratici dell'accoglienza; ella è colta, mentre porta a tavola un cesto con il pane, gesto che sottolinea la sua attività nei preparativi della cena.

Note stilistiche, iconografiche ed iconologiche

  • L'artista nell'opera realizza un capolavoro di psicologia e spiritualità, che gioca sull'apparente opposizione tra "fede" ed "opere": questione che nel XVII secolo era vivamente dibattuta non solo tra protestanti e cattolici, ma all'interno dello stesso protestantesimo, incline ad energiche espressioni sociali dell'impegno cristiano.
  • Al centro del dipinto Jan Vermeer colloca la cesta con il pane alludendo all'esortazione pronunciata da Cristo (Gv 6,27):
« Procuratevi non il cibo che perisce, ma quello che dura per la vita eterna, e che il Figlio dell'uomo vi darà. Perché su di lui il Padre, Dio, ha messo il suo sigillo. »

Iscrizione

Nel dipinto si trova un'iscrizione, svelata dopo un restauro eseguito nel 1901, collocata nello sgabello, sul quale è seduta Maria di Betania e dove si legge la firma dell'opera:

« IV Meer »

Notizie storico-critiche

L'opera, verso la fine del XIX secolo, fu acquistata nella contea di Bristol (Gran Bretagna) da un mercante di mobili al prezzo di otto sterline.

In seguito, appartenne ad Arthur Leslie di Londra, che la vendette alla Forbes & Paterson, casa antiquaria londinese, dove fu scoperta la firma dell'artista. Questa la cedette a W. A. Coats di Skelmorlie Gasile (Scozia), i cui eredi nel 1927 la donarono al Museo in memoria del padre.

Bibliografia
  • AA.VV., Jan Vermeer. L'opera completa, Silvana Editoriale, Milano 2012, p. 192 ISBN 9788836624119
  • Agnese Antonini, Vermeer. L'opera pittorica completa, Editore: Idea Lilbri, 2004 ISBN 9788870829112
  • Timothy Verdon, La bellezza nella Parola. L’arte a commento delle letture festive. Anno C, Edizioni San Paolo, Milano 2008, pp. 242 - 245 ISBN 9788821566134
  • Stefano Zuffi, Episodi e personaggi del Vangelo, col. "Dizionari dell'Arte", Mondadori Electa Editore, Milano 2002, p. 192 ISBN 9788843582594
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.