Il Principe d'Egitto

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Il Principe d'Egitto
PrincipedEgitto 1998 locandina.jpg

Locandina del film
Titolo originale: The Prince of Egypth
Lingua originale: inglese
Paese: USA
Anno: 1998
Durata: 99 min
Colore: colore
Audio: Dolby Digital - SDDS - DTS
Rapporto:
Tipo: {{{tipo}}}
Genere: animazione
biblico
Regia: Brenda Chapman
Steve Hickner
Simon Welles
Soggetto:
Ambientazione: {{{ambientazione}}}
Ambientazione Geografica:
Ambientazione Storica: XIII secolo a.C.
Tratto da: Esodo
Sceneggiatura: Ronaldo Del Carmen, Ken Harsha, Carole Holliday, Philip LaZebnik, Nicholas Meyer, Frank Tamura
Produttore: Penney Kinkelman Cox, Sandra Rabins, Linda Olszewski, Ron Rocha
Produttore esecutivo: {{{produttoreesecutivo}}}
Casa di produzione: DreamWorks
Distribuzione (Italia):
Storyboard: {{{nomestoryboard}}}
Art director: Kathy Altieri, Richie Chavez
Character design: {{{nomecharacterdesign}}}
Mecha design: {{{nomemechadesign}}}
Animatori: {{{nomeanimatore}}}

Interpreti e personaggi:

Doppiatori originali:
Doppiatori italiani:
Episodi:
Fotografia:
Tecnico del suono: {{{nomefonico}}}
Montaggio: Nick Fletcher
Effetti speciali:
Musiche: Hans Zimmer, Stephen Schwartz
Tema musicale: {{{temamusicale}}}
Scenografia: Darek Gogol
Coreografia: Darek Gogol
Costumi: Kelly Kimball
Trucco: {{{nometruccatore}}}
Sfondi: {{{nomesfondo}}}
Prequel: {{{prequel}}}
Sequel: {{{sequel}}}
Nome remake: {{{nomeremake}}}
Premi:
Premi Oscar (1999): migliore canzone (When You Believe)
Collegamenti esterni:
{{{collegamenti esterni}}}

Il principe d'Egitto è il primo film d'animazione del 1998 della DreamWorks con la regia di Brenda Chapman, Steve Hickner e Simon Wells sulla vita di Mosè.

Trama

Mosé, nato schiavo, viene affidato dalla madre alle acque del Nilo per sfuggire all'editto del faraone Seti I che condannava a morte i neonati ebrei. Mosè viene raccolto proprio dalla moglie del faraone e adottato dalla famiglia reale, dove vivrà per vari anni spensierato ed educato come un principe, condividendo la sua crescita con Ramses II, erede al trono, fino alla scoperta delle proprie origini.

Da questo momento Mosé abbandona i fasti della famiglia adottiva e viene chiamato da Dio a combattere in suo nome per la libertà del popolo ebreo destinato a raggiungere finalmente la Terra Promessa. Mosè sarà costretto ad uno scontro sempre più cruento con il suo amico di un tempo, divenuto a sua volta faraone, fino alla liberazione del popolo ebraico dalla schiavitù d'Egitto con il passaggio del Mar Rosso.

Il film si conclude con Mosè che discende con le tavole della legge (Dieci Comandamenti) dal Monte Sinai.

Scene

Tra le scene fortemente coinvolgenti ed epiche vanno ricordate:

  • la corsa sulle bighe dei due fratelli;
  • l'incubo rivelatore, dove i geroglifici si animano per mostrare a Mosè l'orrore della strage dei bambini ebrei ordinata dal faraone;
  • le inquietanti piaghe d'Egitto, in particolare la decima, dove, in una sola notte muoiono tutti i primogeniti egiziani. La morte è rappresentata come un vapore di luce dal respiro inquietante;
  • il passaggio del Mar Rosso, che ricorda, non casualmente la stessa scena nel film I Dieci Comandamenti (1956) di Cecil B. De Mille.

Canzoni

  • Deliver Us, cantata da Ofra Haza e Eden Riegel: canzone iniziale nella quale gli schiavi chiedono a Dio di liberarli; Jocabel mette Mosè sul cesto;
  • All I Ever Wanted, cantata da Amick Byram: Mosè scopre le sue vere origini e sogna il massacro dei bambini ebrei;
  • Queen's Reprise, cantata da Linda Dee Shayne: la regina conforta Mosè;
  • Through Heaven's Eyes, cantata da Brian Stokes Mithcell: Jetro accoglie Mosè nella sua tribù; matrimonio fra Mosè e Zippora;
  • Playing with the Big Boy, cantata da Steve Martin e Martin Short: i sommi sacerdoti trasformano i bastoni in serpenti
  • The Plagues, cantata da Ralph Fiennes e Amick Byram: le piaghe d'Egitto;
  • When You Believe, cantata da Mariah Carey e Whitney Houston: la partenza del popolo ebraico

Frasi celebri

« Mosè, ascolta quello che dico. Sono stata una schiava tutta la mia vita. Dio non ha mai risposto alle mie preghiere fino ad ora. Dio ti ha salvato dal fiume, ti ha salvato in tutte le tue peregrinazioni, perfino ora ti salva dall'ira del faraone. Dio non ti abbandonerà, fratello. Perciò tu non abbandonare noi. »
  • Miriam afferma:
« Molte notti noi pregammo senza chiederci se in quel buio fosse già la nostra verità. Ma ora sono qui la fede sa proteggerci, la speranza può cambiar la nostra realtà. »

Differenze con il testo biblico

Il racconto del film Il principe d'Egitto segue abbastanza fedelmente il libro dell'Esodo; vi sono però alcuni elementi modificati per rendere più scorrevole la storia e spettacolari le scene:

  • Il faraone che ordina la schiavitù degli Ebrei è Seti, mentre il figlio Ramses si scontra con Mosè. Il testo biblico non riporta i nomi dei faraoni, ma precisa che il faraone dell'oppressione fece costruire le città di Pitom e Ramses (1,11), che furono edificate da Ramses. Il faraone dell'esodo, identificandolo col figlio di Ramses, va fatto coincidere con Merneptah;
  • La moglie del faraone che trova Mosè nelle acque del Nilo, mentre nel testo biblico è la figlia: (2,5);
  • Miriam, dopo aver visto che Mosè è stato adottato dalla regina va via, mentre nella Bibbia è la bambina chiede alla figlia del faraone di prendere una nutrice fra le donne ebree: (2,7);
  • Mosè uccide l'egiziano davanti a tutti gli schiavi e ai sorveglianti scaraventandolo da alcune impalcature, mentre nel testo biblico, lo uccide in una zona nascosta, dove non c'è nessuno e lo seppellisce nella sabbia: (2,11-12);
  • Il faraone Ramses non vuole condannare Mosè, anzi cerca di salvarlo, mentre nell'Esodo si afferma chiaramente che cercò di metterlo a morte: (2,15);
  • Mosè e Zippora non hanno figli, mentre nel testo biblico si legge che prima di ritornare in Egitto dalla loro unione sono nati due bambini: (4,19-20);
  • Mosè si reca nella reggia dal faraone con la moglie e non con Aronne, come nella Bibbia: (5,1);
  • E' Mosè a compiere il prodigio del bastone che diventa serpente davanti al faraone, mentre nel testo biblico è Aronne: (7,8-13);
  • Il faraone è l'unico che si salva dal richiudersi delle acque del mar Rosso, mentre nella Bibbia muore, come tutto il suo esercito: (14,15-31).

Curiosità

Le immagini si ispirano alle illustrazioni della Bibbia di Gustave Doré e ai dipinti di Claude Monet.

L'imponenza visiva ed epica del film ricorda molto i kolossal del genere peplum degli anni Quaranta e Cinquanta del XX secolo.

Nella versione originale, Val Kilmer presta la voce sia a Mosè che a Dio, così Roberto Pedicini nella versione italiana. Lo stesso attore Charlton Heston aveva interpretato entrambe le parti nel film I Dieci Comandamenti (1956).

Galleria fotografica

Bibliografia
  • Lucci Gabriele, Animazione, in Dizionari del Cinema, Milano 2006, pp. 264 - 265
Collegamenti esterni
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.