Riccardo Petroni

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Riccardo Petroni
Cardinale
0132.JPG
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
{{{motto}}}

[[File:{{{immagine}}}|250px]]

{{{didascalia}}}
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte circa 64 anni
Nascita Siena
1250 ca.
Morte Genova
10 febbraio 1314
Sepoltura Cattedrale di Santa Maria Assunta (Siena)
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo {{{nominato}}}
Nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
4 dicembre 1298 da Bonifacio VIII (vedi)
Cardinale per
Cardinale per 15 anni, 2 mesi e 6 giorni
Cardinale elettore
Incarichi ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Riammesso da da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato


Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Riccardo Petroni (Siena, 1250 ca.; † Genova, 10 febbraio 1314) è stato un cardinale italiano.

Cenni biografici

Nacque a Siena intorno alla metà del XIII secolo. Studiò probabilmente all'Università di Bologna. Addottoratosi in giurisprudenza divenne un rinomato giurista. Negli anni settanta e ottanta del '200 divenne professore di diritto civile a Napoli. Coi favori dell'aristocrazia angioina a partire dal 1290 intraprese la carriera ecclesiastica divenendo canonico di Cambrai. Dal 1293, probabilmente fino al 1298, fu incaricato di tutelare gli interessi della città di Bruges presso la Curia pontificia. Dal luglio 1296 fu canonico di Rouen. Nell'estate del 1297 succedette al cardinal Pietro Peregrosso nell'ufficio di Vicecancelliere di Santa Romana Chiesa.

Dal novembre 1296 al febbraio 1298 Petroni, insieme ai vescovi Guglielmo di Mandagout e Berengario Fredoli, venne chiamato a partecipare, oltre che come Vicecancelliere, anche in qualità di doctor utriusque iuris, ai lavori della commissione incaricata dal pontefice di redigere una collezione di decretali che fosse di completamento alla raccolta promulgata da Gregorio IX. Il lavoro produsse il Liber Sextus, parte del Corpus Iuris Canonici, promulgata con la bolla Sacrosanctae il 3 marzo 1298 da papa Bonifacio VIII per integrare il Liber Extra con le nuove norme canoniche emanate dal 1234.

Nel concistoro del 4 dicembre 1298 lo stesso papa lo creò cardinale diacono con il titolo di Sant'Eustachio.

Partecipò al conclave del 1304-1305 che elesse papa Clemente V, ma dovette rinunciare causa malattia, per cui non era presente al momento dell'elezione.

Intervenne al Concilio di Vienne del 1311-1312, dove difese la memoria di papa Bonifacio VIII contro le accuse di Filippo IV di Francia. Fu nominato da papa Clemente V suo legato per la Repubblica di Genova. Fu un grande mecenate delle arti per la sua città natale, fece costruire numerosi palazzi pubblici ed anche un monastero certosino.

Morì a Genova quando era ancora legato pontificio; quattro anni più tardi la salma fu traslata nella Cattedrale di Santa Maria Assunta (Siena) e posta in un sontuoso monumento funebre, opera di Tino di Camaino.

Successione degli incarichi

Predecessore: Vice-Cancelliere di Santa Romana Chiesa Successore: Coat of arms of the Vatican City.svg
Pietro Peregrosso 1297 - 1300 Pietro Valeriano Duraguerra I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Pietro Peregrosso {{{data}}} Pietro Valeriano Duraguerra
Predecessore: Cardinale diacono di Sant'Eustachio Successore: CardinalCoA PioM.svg
Pietro Colonna 4 dicembre 1298 - 10 febbraio 1314 Arnaud de Via I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Pietro Colonna {{{data}}} Arnaud de Via
Bibliografia