San Sigismondo Gorazdowski

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
San Sigismondo Gorazdowski
Presbitero
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
Santo

90665.JPG

'
Titolo
Incarichi attuali
Età alla morte 74 anni
Nascita Sanok
1º novembre 1845
Morte Lwów
1º gennaio 1920
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale Cattedrale di Leopoli, 25 luglio 1871
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi

Iter verso la canonizzazione

Venerato da Chiesa cattolica
Venerabile il [[]]
Beatificazione 26 giugno 2001, da Giovanni Paolo II
Canonizzazione 23 ottobre 2005, da Benedetto XVI
Ricorrenza 1º gennaio
Altre ricorrenze
Santuario principale
Attributi
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
Scheda su santiebeati.it
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 1º gennaio, n. 17:
« A Leopoli in Ucraína, san Sigismondo Gorazdowski, sacerdote: di origine polacca, fu insigne per pietà verso il prossimo e pioniere di attività per la difesa della vita; fondò la Congregazione delle Suore di San Giuseppe, adoperandosi con ogni mezzo per il bene dei poveri e dei bisognosi. »
(Santo di venerazione particolare o locale)

San Sigismondo Gorazdowski (in polacco Zygmunt) (Sanok, 1º novembre 1845; † Lwów, 1º gennaio 1920) è stato un presbitero polacco e fondatore della congregazione delle Suore di San Giuseppe di Cracovia.

Biografia

Infanzia e studi

Nacque a Sanok, nella diocesi di Przemyśl (Polonia e al battesimo ricevette il nome di Sigismondo. Era il secondo di sette figli di Feliks e di Aleksandra Gorazdowski e l'unico che arrivò alla maggiore età, sebbene fosse sin dalla prima infanzia gravemente affetto da tubercolosi, allora incurabile.

Trascorse la sua infanzia nell'ambito della famiglia in cui venivano profondamente apprezzati e rispettati i principi del cattolicesimo. Dalle scuole elementari passò agli studi ginnasiali a Przemyśl; terminato il liceo, si iscrisse alla facoltà di Giurisprudenza all'università di Leopoli (Lviv), ma al secondo anno interruppe la scuola ed entrò nel Seminario Maggiore della città.

Terminati gli studi di teologia, per l'improvviso aggravarsi della malattia ai polmoni e in pericolo di vita, Sigismondo fu sottoposto a un'intensa cura durata due anni. In quel periodo professò a Dio i voti[1]

Il ministero presbiterale

Dopo un lungo ricovero ricevette l'[[ordinazione presbiterale|ordinazione sacerdotale nella Cattedrale di Leopoli, il 25 luglio 1871.

Nei primi seianni di ministero sacerdotale, Gorazdowski lavorò come vicario parrocchiale e amministratore nel territorio dell'allora Galizia a Tartaków, Wojniłów, Bukaczowcze, Gródek Jagielońíski e Żydaczów. Già in questo periodo dimostrava di saper unire in modo eccezionale l'attività pastorale e quella caritativaal servizio delle persone povere e sofferenti.

Attività pastorale

A partire dal 1877 Gorazdowski diede vita, a Leopoli, a un'eccezionale attività sacerdotale e di beneficenza. Dopo un breve periodo di servizio presso la chiesa di San Martino e della Madonna delle Nevi lavorò più a lungo, circa quarant' anni, presso la parrocchia di san Nicola. In questo periodo intraprese sempre nuove iniziative e la sua straordinaria sensibilità alle sofferenze umane lo sollecitava alla realizzazione di attività concrete. Accanto alla pastorale e la catechesi in molte scuole si impegnò anche come editore e redattore. Pubblicò alcune edizioni di Katechizm (Catechismo), l'opera cattolica Zasady i przepisy dobregonychowania (Principi e norme della buona educazione) per genitori e insegnanti, nonché articoli principalmente su argomenti pastorali, pedagogici e sociali. Fondò 1'associazione Bonus Pastor per i sacerdoti con la rivista omonima di cui fu redattore per alcuni anni.

Gorazdowski, ormai monsignore, operava inoltre nell'Associazione di Santa Salome che aiutava le donne vedove e povere e i loro figli, nell'Associazione delle cucitrici povere e contribuì al sorgere della Lega delle associazioni e delle case di beneficenza della Galizia che centralizzava e animava le attività nelle varie opere della misericordia cristiana. A Leopoli istituì la Scuola Cattolica di San Giuseppe polacco-tedesca e chiamò i Fratelli delle Scuole Cristiane a gestirla. La creazione di quest'opera gli costò però molte sofferenze e umiliazioni fin quasi alla morte, anche se fu molto apprezzata.

Per la conduzione delle sue opere Gorazdowski istituì, il 17 febbraio 1884, la Congregazione delle Suore di San Giuseppe. Essendo sin dall'inizio tutore e confessore delle suore, fece molti sforzi affinché la nascente Congregazione potesse adempiere i compiti il meglio possibile.

La morte

Sigismondo Gorazdowski morì in concetto di santità a Leopoli, il 1º gennaio 1920, rimanendo nel ricordo dei fedeli come 1'Apostolo della divina misericordia, chiamato anche Padre dei poveri e sacerdote dei senzatetto. Il suo unico desiderio fu essere tutto per tutti al fine di salvarne uno'.

Culto

Fu sepolto al cimitero Łyczakowski dove ancor'oggi riposano i suoi resti mortali.

Note
  1. La sua professione fu:
    « Dio Onnipotente, abbi pietà del tuo umile servo, dammi le forze per poter compiere la mia missione e io dedicherò tutta la mia vita al bene del prossimo »
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.