San Teofane il Confessore

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
San Teofane il Confessore
Monaco
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
Santo
monaco

Image Theopanes nicea.png

Icona del santo
{{{motto}}}
Titolo
Incarichi attuali
Età alla morte circa 59 anni
Nascita Costantinopoli
758
Morte Samotracia
12 marzo 817 o 818
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da Chiesa cattolica, Chiesa ortodossa
Venerabile il [[]]
Beatificazione [[]]
Canonizzazione [[]]
Ricorrenza 12 marzo
Altre ricorrenze 25 marzo Chiesa ortodossa
Santuario principale
Attributi
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
Scheda su santiebeati.it
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 12 marzo, n. 7:
« A Sigriana in Bitinia nel monastero di Campogrande, nell'odierna Turchia, deposizione di san Teofane, detto il Cronografo, che, da ricchissimo fattosi povero monaco, in quanto cultore delle sacre immagini fu tenuto in carcere per due anni dall'imperatore Leone l'Armeno e poi deportato a Samotracia, dove morì di stenti. »

San Teofane il Confessore detto il Cronografo o Isauro (Costantinopoli, 758; † Samotracia, 12 marzo 817 o 818) è stato un monaco, storico, asceta aristocratico bizantino. Famoso per una Cronaca, continuazione di quella di Giorgio Sincello. È venerato come santo sia dai cattolici, che lo festeggiano il 12 marzo, sia dagli ortodossi, che lo festeggiano il 25 marzo..

Biografia

Teofane nacque in una nobile famiglia iconodula, ossia senza pregiudizi sull'uso delle immagini. Sposò la nobile Mégalo, figlia del patrizio Leone all'età di dodici anni. Alla morte del suocero decisero di abbracciare entrambi una vita monacale. Teofane entrò nel monastero di Polychronius presso Cizico, sulla parte asiatica del Mar di Marmara. Più tardi fondò, da prima un monastero sull'isola Calonymus e in seguito quello di Campogrande a Sigriana in Bitinia. Fu coinvolto nelle dispute circa il culto delle immagini. Egli, coerente col suo grande bisogno di preghiera e di contemplazione, difese il culto delle immagini (iconodulia) contro l'imperatore e qualche patriarca che, in quel periodo, scatenarono una persecuzione iconoclasta. Per questo venne da prima imprigionato a Costantinopoli e poi esiliato, dall'imperatore Leone V, nell'isola Samotracia, dove morì di stenti il 12 marzo 817 o 818.

La Cronaca

Venne redatta da Teofane agli inizi del IX secolo, proseguendo il lavoro iniziato da Giorgio Sincello che aveva scritto una storia universale che copriva gli anni dalla creazione del mondo fino al regno di Diocleziano. In nostro monaco proseguì portando la cronaca fino al regno dell'imperatore bizantinoMichele I, nell'813. In essa vi si trovano oltre alle sequenze degli imperatori e dei papi, anche quelle dei Patriarchi di Costantinopoli, Gerusalemme, Alessandria e Antiochia. Pur non essendo sempre particolarmente precisa è da sempre una fonte importante per lo studio della storia bizantina in particolare del VII e VIII secolo. Questa cronaca venne tradotto in latino da Anastasio il Bibliotecario nell'870.

Culto

È venerato come santo sia dai cattolici, che lo festeggiano il 12 marzo, sia dagli ortodossi, che lo festeggiano il 25 marzo.

Bibliografia
  • Smith, William, "Theophanes 3", Dictionary of Greek and Roman Biography and Mythology, v. 3, p. 1081
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.