Suore Oblate di San Francesco di Sales

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Suore Oblate di San Francesco di Sales
in latino '''''
OSFS-VJ.png
Stemma

Istituto di vita consacrata
Congregazione religiosa femminile di diritto pontificio

Altri nomi
Fondatore Beato Louis Brisson e Léonie Aviat
Data fondazione 1871
Luogo fondazione Troyes
sigla O.S.F.S.
Titolo superiore
Approvato da Pio X
Data di approvazione 4 aprile 1911
Motto Nec plus, nec minus
Santo patrono San Francesco di Sales
Collegamenti esterni


Le Suore Oblate di San Francesco di Sales (in francese Sœurs Oblates de Saint-François de Sales) sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: i membri di questa congregazione religiosa pospongono al loro nome la sigla O.S.F.S.[1]

Cenni storici

Léonie Aviat, fondatrice della congregazione

Nel corso del XIX secolo Troyes era divenuto un notevole centro industriale (vi erano sorti numerosi cappellifici e filande) e, per garantire l'assistenza spirituale e materiale alle giovani operaie giunte in città dalle campagne, il beato Louis Brisson aprì delle case-famiglia (l'Oeuvre Saint-François de Sales); per la gestione dell'opera, Brisson si rivolse a madre Marie de Sales Chappuis, superiora del locale monastero della Visitazione (di cui il sacerdote era cappellano), la quale consentì a due novizie, Léonie Aviat (1844-1914) e Lucie Canuet, di lasciare il chiostro per dare inizio a una nuova congregazione (11 giugno 1866).[2]

Il 30 ottobre 1868 la Aviat e la Canuet ricevettero l'abito religioso e l'11 ottobre 1871 le religiose emisero la loro professione dei voti. La congregazione si diffuse rapidamente in Francia, dove si dedicò a varie attività di promozione sociale soprattutto a favore delle classi lavoratrici, e nel 1883 le religiose iniziarono ad affiancare l'apostolato missionario degli Oblati di San Francesco di Sales in Sud Africa e poi in Ecuador.[2]

Papa Pio X approvò l'istituto il 4 aprile 1911. Papa Giovanni Paolo II canonizzò Léonie Aviat (in religione madre Francesca di Sales, prima superiora generale della congregazione) il 25 novembre 2001 in Piazza San Pietro a Roma.[3]

Attività e diffusione

Le suore dell'Istituto si dedicano prevalentemente ad attività educative, ma gestiscono anche orfanotrofi e case di riposo.

Sono presenti in Europa (Austria, Francia, Germania, Italia, Svizzera), in Africa (Namibia, Sud Africa) e nelle Americhe (Colombia Ecuador, Stati Uniti);[4] la sede generalizia è a Troyes, in Francia.[1]

Al 31 dicembre 2005, la congregazione contava 387 religiose in 53 case.[1]

Note
  1. 1,0 1,1 1,2 Ann. Pont. 2007, p. 1650.
  2. 2,0 2,1 DIP, vol. VI (1980), coll. 607-609, voce a cura di R. Balboni.
  3. Le canonizzazioni avvenute nel corso del pontificato di Giovanni Paolo II su vatican.va. URL consultato il 31-10-2009
  4. The Oblate Sisters of St. Francis de Sales - History su oblatesisters.org. URL consultato il 31-10-2009
Bibliografia
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.