Ambone

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Ambone della chiesa parrocchiale di Santa Maria del Rivo, Terni

L'Ambone è il luogo da cui nelle chiese, durante le celebrazioni liturgiche si proclama la Parola di Dio. È situato al bordo del presbiterio, ed è il corrispettivo del pulpito, presente nelle chiese costruite prima del Concilio Vaticano II.

L'ambone è l'erede della "tribuna di legno... costruita per l'occorrenza" (cfr. Nee 8,4-5) sulla quale lo scriba Esdra lesse al popolo d'Israele il libro della legge.

Norme attuali

L'ambone della Parrocchia di San Marco, Parma

Nei Principi e Norme per l'uso del Messale Romano si sottolinea l'importanza di un luogo adatto per la proclamazione della Parola:

« L'importanza della Parola di Dio esige che vi sia nella chiesa un luogo adatto dal quale essa venga annunciata, e verso il quale, durante la Liturgia della Parola, spontaneamente si rivolga l'attenzione dei fedeli. »

L'ambone deve essere fisso e non mobile. Deve essere poi disposto in modo tale che i ministri possano essere comodamente visti e ascoltati dai fedeli.

Dall'ambone si proclamano le letture, il Salmo responsoriale e il Preconio Pasquale. Vi si può tenere la preghiera universale (o preghiera dei fedeli). Non conviene però che all'ambone salga il commentatore, il cantore o l'animatore del coro[1].

L'omelia è tenuta dall'ambone oppure dalla sede del celebrante.

Note
  1. Principi e Norme, n. 272.
Voci correlate
Collegamenti esterni
  • ICCD - Thesaurus del corredo ecclesiastico di culto cattolico

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.