Metello Bichi

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Metello Bichi
Scanner EM049.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

1611 METELLUS BICHIUS - BICHI METELLO.jpg

'
Titolo cardinalizio
{{{titolo}}}
Età alla morte 78 anni
Nascita Siena
1541
Morte Roma
14 giugno 1619
Sepoltura
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 1540
Appartenenza
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo 15 gennaio 1596
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 18 febbraio 1596 dal card. Alessandro di Ottaviano de' Medici
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Arcivescovo dal 17 dicembre 1612
Patriarca dal {{{patriarca}}}
Arcieparca dal {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
17 agosto 1611 da Paolo V (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda
Metello Bichi (Siena, 1541; † Roma, 14 giugno 1619) è stato un arcivescovo e cardinale italiano.

Cenni biografici

Nacque a Siena nel 1541 da Alessandro e da Porzia di Giovanni Sozzini. Indirizzato dapprima agli studi giuridici, si addottorò nello Studio senese in utroque iure e quello stesso ateneo insegnò come lettore di istruzioni tra il 1580 e il 1582.

Fu quindi chiamato a Roma dal concittadino e uditore della Camera Apostolica Orazio Borghese fratello di Camillo, che diverrà poi papa Paolo V. Morto questi passò al servizio del fratello Camillo il quale gli affidò la direzione della propria casa durante la sua assenza da Roma in occasione della nunziatura in Spagna e raccomandandolo presso papa Clemente VIII per una carica episcopale.

Il 15 gennaio 1596 fu infatti nominato dal pontefice vescovo di Sovana, con dispensa per non aver ancora ricevuto gli ordini sacri. Fu consacrato a Roma il 18 febbraio seguente dal cardinal Alessandro de' Medici, assistito da mons. Matteo Sanminiato (Ch), arcivescovo di Chieti e da mons. José (Giuseppe) Esteve Juan (Stefano) (Ch), vescovo di Orihuela. Fu Uditore Santissimi dal 1605 al 1612 e Cubiculario dal 1605 alla morte. Resse la diocesi sino alla elezione papale del suo mentore che lo richiamò presso di se a Roma.

Nel concistoro del 17 agosto 1611 papa Paolo V lo creò cardinale e il 12 settembre dello stesso anno ricevette la berretta rossa con il titolo dei Santi Bonifacio e Alessio.

Il 17 dicembre 1612 fu elevato arcivescovo di Siena. Trasferitosi a Siena provvide a varie necessità dell'arcidiocesi: restaurò diversi edifici del culto, costruì un seminario e dotò la mensa arcivescovile. Rimase a Siena meno di due anni: il 13 gennaio 1615, infatti, rinunciò all'arcivescovado, così come aveva rinunciato a quella di Soana, e riprese il proprio posto presso il pontefice.

Morì a Roma e fu sepolto nella chiesa del suo titolo.

Genealogia episcopale

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo di Sovana Successore: BishopCoA PioM.svg
Carvajal de Simoncelli (Ch) 15 gennaio 1596 - 12 gennaio 1606 Octavius Saraceni (Ch), I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Carvajal de Simoncelli (Ch) {{{data}}} Octavius Saraceni (Ch),
Predecessore: Cardinale presbitero di San Bartolomeo all'Isola Successore: CardinalCoA PioM.svg
Ottavio Paravicini 12 settembre 1611 - 14 giugno 1619 Roberto Ubaldini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ottavio Paravicini {{{data}}} Roberto Ubaldini
Predecessore: Arcivescovo metropolita di Siena Successore: ArchbishopPallium PioM.svg
Camillo Borghese (Ch) 17 dicembre 1612 - 23 marzo 1615 Alessandro Petrucci (Ch) I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Camillo Borghese (Ch) {{{data}}} Alessandro Petrucci (Ch)
Bibliografia

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.