Amantissimus humani generis

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Amantissimus humani generis
Lettera enciclica di Pio IX
XXII di XLI di questo papa
C o a Pio IX.svg
[[File:{{{immagine}}}|250px|center]]
Data 8 aprile 1862
(XVI di pontificato)
Approvazione {{{approvazione}}}
Traduzione del titolo Amatissimo del genere umano
Argomenti trattati Unità della chiesa nella diversità dei riti
Enciclica precedente Nullis Certe Verbis
Enciclica successiva Quanto conficiamur


Tutti i documenti di Pio IX
Tutte le encicliche

Amantissimus humani generis è un'enciclica di Papa Pio IX, datata 8 aprile 1862 e scritta ai Vescovi cattolici di rito orientale.

Il Pontefice annuncia la nascita della sezione della congregazione Propaganda Fide principalmente occupata delle Chiese Orientali; insiste sul principio dell’unità della Chiesa, raccolta sotto il Papa, Vicario di Cristo, e della varietà dei riti liturgici. In forza di questo principio (unità nella varietà), confuta la tesi secondo cui un cristiano ortodosso convertito al cattolicesimo deve abbandonare il suo rito per abbracciare forzatamente il rito latino.

Bibliografia
  • G. Martina, Pio IX (1851-1866), Roma 1986
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.