Beata Matilde del Sagrado Corazon Tellez Robles

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Beata Matilde del Sagrado Corazon Tellez Robles, F.M.M.E.
Religiosa
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo Matilde
Beata
{{{note}}}

92002.JPG

{{{motto}}}
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 61 anni
Nascita Cáceres
30 maggio 1841
Morte Don Benito
17 dicembre 1902
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa 20 gennaio 1878
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi

Iter verso la canonizzazione

Venerata da Chiesa cattolica
Venerabile il [[]]
Beatificazione 21 marzo 2004, da Giovanni Paolo II
Canonizzazione [[]]
Ricorrenza 17 dicembre
Altre ricorrenze
Santuario principale
Attributi
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrona di
Collegamenti esterni
Biografia su vatican.va
Scheda su santiebeati.it
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 17 dicembre, n. 10:
« Nel villaggio di Don Benito vicino a Badajoz in Spagna, beata Matilde del Sacro Cuore Téllez Robles, vergine, che, vedendo nel prossimo suo l'immagine di Cristo stesso, si dedicò con premura all'aiuto anzitutto materiale, ma anche spirituale, dei bisognosi e fondò a tal fine la Congregazione delle Figlie di Maria Madre della Chiesa. »
(Santo di venerazione particolare o locale)

Beata Matilde del Sagrado Corazon Tellez Robles, al secolo Matilde (Cáceres, 30 maggio 1841; † Don Benito, 17 dicembre 1902) è stata una religiosa e fondatrice spagnola della congregazione delle Figlie di Maria Madre della Chiesa.

Vita

Nacque il 30 maggio del 1841 in Spagna, nei pressi di Cáceres, ma quasi subito la famiglia si trasferisce vicino a Salamanca.

Crebbe in una famiglia profondamente cristiana, la madre insegnò ad amare il Signore e ad essere attenti ai bisogni dei poveri. Il padre fu un notaio famoso e facoltoso, è un buon cristiano, ma per i suoi figli vuole una brillante vita sociale, questo creò dei forti contrasti con Matilde la figlia secondogenita.

Da giovane fu molto attiva nell’apostolato, fu presidentessa delle Figlie di Maria, infermiera per le Conferenze di San Vincenzo, catechista e insegnante volontaria.

A poco più di 30 anni scrive a Papa Pio IX per confidargli il desiderio, coltivato da anni, di fondare un istituto religioso, ma è di nuovo il padre ad ostacolarla, questa volta a causa del clima anticlericale che si respira in Spagna.

Il 19 marzo 1875 fu finalmente autorizzata dal padre a realizzare la sua vocazione, ma delle sette compagne disposte a seguirla ne è rimasta solo Maria Briz, con la quale accoglie in casa un gruppo di orfanelle, si dedica all’insegnamento delle bambine povere e passa di casa in casa a curare i malati.

Il 23 aprile 1876, il vescovo di Plasencia, Monsignor Pietro Casas y Souto, autorizzò provvisoriamente l’Opera con il titolo di "Amanti di Gesù e Figlie di Maria Immacolata"; e poi, il 20 gennaio 1878, Matilde e Maria vestono l’abito religioso a Plasencia.

Nella loro casa si respira lo spirito di Nazaret, tutta la vita delle religiose ruota attorno all'Eucaristia e con un sempre attento sguardo alla Madonna.

Nel 1885 una terribile epidemia di colera colpisce la città. Madre Matilde e le sorelle di dedicarono alla cura amorevole degli ammalati destando grande ammirazione tra il popolo per la loro squisita carità evangelica. Vittima del colera fu Suor Maria Briz, la sua prima compagna, in sua memoria la congregazione aprì un ospedale per i poveri.

A soli 61 anni consumata dalla sua dedizione e dall’intenso lavoro, morì improvvisamente il 17 dicembre 1902, attorniata dalle sue figlie.

Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.