Beato Ladislao Findysz

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Beato Ladislao Findysz
Presbitero · Martire
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
Beato
{{{note}}}

92188A.JPG

{{{didascalia}}}
{{{motto}}}
Titolo
{{{titolo}}}
Età alla morte 56 anni
Nascita Krościenko Niżne
13 dicembre 1907
Morte Nowy Żmigród
21 agosto 1964
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale
Ordinazione presbiterale Przemys, 9 giugno 1932
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile [[ {{{aC}}} ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi

Iter verso la canonizzazione

Venerato da Chiesa cattolica
Venerabile il 20 dicembre 2004, da Giovanni Paolo II
Beatificazione 19 giugno 2005, da Benedetto XVI
Canonizzazione [[]]
Ricorrenza [[]]
Altre ricorrenze
Santuario principale
Attributi Palma
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di
Collegamenti esterni
Scheda su santiebeati.it

Beato Ladislao Findysz (Krościenko Niżne, 13 dicembre 1907; † Nowy Żmigród, 21 agosto 1964) è stato un sacerdote e martire polacco, nel 2005 è stato proclamato beato da papa Benedetto XVI.

Biografia

Nacque nel 1907 a Krościenko Niżne presso Krosno (Polonia), a 20 anni entrò nel Seminario Maggiore di Przemysl e il 19 giugno 1932 fu ordinato sacerdote. Intraprese la funzione di vicario nelle parrocchie di Borysław, Drohobycz, Strzyżów e Jasło. Nel 1941 ricevette la nomina di amministratore della parrocchia dei SS. Apostoli Pietro e Paolo a Nowy Żmigród. Dopo un anno, il 13 agosto 1942, venne nominato parroco della suddetta parrocchia. Nel 1944, come tutti gli abitanti, fu espulso dai tedeschi. Al suo ritorno, il 23 gennaio 1945, si dedicò a riorganizzare la parrocchia. Dopo la guerra il suo servizio si svolse in tempi duri sotto il governo comunista.

Da parte dell'autorità ecclesiastica fu ritenuto un parroco zelante. Fu insignito dell'onorificenza dell'Expositorio Canonicali nel 1946, del Rocchetto e della Mantelletta nel 1957, in quell'anno fu pure nominato vicedecano e, nel 1962, decano del Decanato di Nowy Żmigród

Nel 1963 iniziò l'attività pastorale di opere conciliari di bontà (il sostegno spirituale del Concilio Vaticano II), spedisce lettere-apelli ai parrocchiani in situazione religiosa e morale irregolare esortandoli e incoraggiandoli a rimettere in ordine la loro vita cristiana. Le autorità comuniste reagiscono a questa azione con grande severità e lo accusano di costringere i fedeli a pratiche e riti religiosi. Il 25 novembre dello stesso anno fu interrogato della Procuratura di Voivodato a Rzeszów, arrestato e condotto nel carcere del Castello di Rzeszów. Nel Castello fu sottoposto a maltrattamenti e umiliazioni fisiche, psichiche e spirituali e, il 25 gennaio 1964, fu trasferito nel carcere in Via Montelupich a Cracovia. Il 1 marzo 1964 Rev. Findysz ritorno a Nowy Żmigród. La mattina del 21 agosto 1964 muore nella canonica di Nowy Żmigród.

Culto

Il 27 giugno 2000 il vescovo di Rzeszów mons. Kazimierz Górny, dietro numerose richieste dei fedeli, avviò l'inchiesta diocesana per la beatificazione di Ladislao Findysz. Gli atti dell'inchiesta diocesana furono sottoposti alla Congregazione delle Cause dei Santi il 18 ottobre 2002. Il 20 dicembre 2004 alla presenza di Papa Giovanni Paolo II fu promulgato il decreto della Congregazione delle Cause dei Santi che riconosce il rev. Ladislao Findysz martire per la fede. Il cardinale Józef Glemp lo ha beatificato il 19 giugno 2005, dando lettura della Lettera Apostolica[1] del Papa Benedetto XVI.

Note
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.