Chiesa di Santa Teresa del Bambin Gesù in Panfilo (Roma)

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Chiesa di Santa Teresa del Bambin Gesù in Panfilo
Flag of UNESCO.svg Bene protetto dall'UNESCO
Santa Teresa in Panfilo (Rome) äußeres.jpg
Roma, Chiesa di Santa Teresa del Bambin Gesù in Panfilo
Altre denominazioni
Stato bandiera Italia
Regione bandiera Lazio


Regione ecclesiastica Lazio

Provincia Roma
Comune Stemma Roma
Località
Diocesi Roma
Vicariatus Urbis
Religione Cattolica
Indirizzo Via Gaspare Spontini, 17
00198 Roma (RM)
Telefono +39 06 8414209
Fax
Posta elettronica santa.teresina.in.panfilo@gmail.com
Sito web

[http:// Sito ufficiale]

Sito web 2
Proprietà Provincia romana dei Carmelitani Scalzi
Oggetto tipo Chiesa
Oggetto qualificazione
Dedicazione Santa Teresa di Lisieux
Vescovo
Sigla Ordine qualificante O.C.D.
Sigla Ordine reggente O.C.D.
Fondatore
Data fondazione
Architetto

Guglielmo Palombi

Stile architettonico Neo-rinascimentale
Inizio della costruzione 1929
Completamento 1932
Distruzione
Soppressione
Ripristino {{{Ripristino}}}
Scomparsa
Data di inaugurazione
Inaugurato da
Data di consacrazione 1º ottobre 1932
Consacrato da Adeodato Giovanni Piazza
Titolo
Strutture preesistenti Catacomba di San Panfilo
Pianta croce latina
Tecnica costruttiva
Materiali
Data della scoperta
Nome scopritore
Datazione scavi
Scavi condotti da
Altezza Massima
Larghezza Massima
Lunghezza Massima
Profondità Massima
Diametro Massimo
Altezza Navata
Larghezza Navata
Altitudine {{{Altitudine}}}
Iscrizioni
Marcatura stemma dell'Ordine dei Carmelitani Scalzi
Utilizzazione
Note
Coordinate geografiche
41°55′06″N 12°29′36″E / 41.918456, 12.493456 Stemma Roma
Mappa di localizzazione New: Roma
Chiesa di S. Teresa del Bambin Gesù
Chiesa di S. Teresa del Bambin Gesù
Basilica di S. Pietro
Basilica di S. Pietro
Basilica di S. Giovanni in Laterano
Basilica di S. Giovanni in Laterano
Patrimonio UNESCO.png Patrimonio dell'umanità
{{{nome}}}
{{{nomeInglese}}}
[[Immagine:{{{immagine}}}|240px]]
Tipologia {{{tipologia}}}
Criterio {{{criterio}}}
Pericolo Bene non in pericolo
Anno [[{{{anno}}}]]
Scheda UNESCO
[[Immagine:{{{linkMappa}}}|300px]]
[[:Categoria:Patrimoni dell'umanità in {{{stato}}}|Patrimoni dell'umanità in {{{stato}}}]]

La Chiesa di Santa Teresa del Bambin Gesù in Panfilo è un edificio di culto di Roma, situato nella periferia settentrionale della città, nel quartiere Pinciano.

Storia

La chiesa è detta "in Panfilo", perché costruita sopra la Catacomba di San Panfilo, martire romano del III secolo, la cui sepoltura è situata in corrispondenza dell'altare maggiore, in un cubicolo sottostante dell'area funeraria.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Catacomba di San Panfilo (Roma).

L'edificio, in stile neo-rinascimentale, fu eretto su progetto dell'architetto Guglielmo Palombi tra il 1929 e il 1932 e dedicato a santa Teresa di Lisieux.

La chiesa venne consacrata solennemente il 1º ottobre 1932 dall'arcivescovo Adeodato Giovanni Piazza (1884-1957), fu affidata, sin dall'inizio, all'Ordine dei Carmelitani Scalzi, il cui convento, adiacente a essa era stato edificato nel 1929.

Santa Teresa del Bambin Gesù è stata sede parrocchiale istituita il 6 dicembre 1952 dal cardinale vicario Clemente Micara (1879-1965) con il decreto Omnium ecclesiarum; è stata soppressa il 30 settembre 2011.

Descrizione

Chiesa di Santa Teresa del Bambin Gesù in Panfilo (interno)

Esterno

La chiesa, impostata su un alto podio con ampia scalinata in travertino, presenta una facciata a capanna suddivisa in due ordini da una cornice marcapiano: l'inferiore è aperta da un grande portale architarvato; il superiore è aperto da una finestre balaustrata rettangolare con timpano semicircolare e da un timpano triangolare con stemma dell'Ordine dei Carmelitani Scalzi.

Interno

Aula liturgica

L'interno della chiesa, a pianta croce latina si presenta a navata unica, articolata in sei campate, triabsidata e coperta da un soffitto a cassettoni. L'edifico è illuminato da quattro finestre per lato che si aprono lungo la navata.

All'interno, di particolare interesse storico-artistico, si notano:

Cripta

La cripta, consacrata il 16 maggio 1928, presenta un soffitto a cassettoni sorretto da una doppia fila di colonne.

Note
  1. Alessandro Paolini, Le nuove vetrate della chiesa di S. Teresa di G. B. in Panfilo - Roma, in "Il piccolo fiore di Gesù e il suo Tempio di Anzio", nº XXIV, marzo-aprile 1978, pp. 26-28
Bibliografia
Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.