Clemente Micara

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Clemente Micara
AA-01 MICARA0001.jpg
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

MICARA CLEMENTE (+1965).jpg

{{{didascalia}}}
In Domino confido
Titolo cardinalizio
{{{titolo}}}
Età alla morte 85 anni
Nascita Frascati
24 dicembre 1879
Morte Roma
11 marzo 1965
Sepoltura Roma, Basilica di Santa Maria sopra Minerva
Appartenenza Sede suburbicaria di Frascati
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale Roma, 20 settembre 1902
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo 7 maggio 1920 da Benedetto XV
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile Roma, 8 agosto 1920 dal cardinale arcivescovo Pietro Gasparri
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
18 febbraio 1946 da Pio XII (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine Presbiteri
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Clemente Micara (Frascati, 24 dicembre 1879; † Roma, 11 marzo 1965) è stato un cardinale e arcivescovo italiano, Nunzio Apostolico.

Biografia

La formazione e il ministero sacerdotale

Nacque a Frascati il 24 dicembre 1879 . Entrò nel Seminario Romano ospite all'Almo Collegio Capranica. Fu studente alla Pontificia Università Gregoriana e in seguito alla Pontificia Università Lateranense. Terminati gli studi di teologia e diritto canonico, si specializzò nell'attività diplomatica presso la Pontificia Accademia Ecclesiastica. Ordinato presbitero a Roma il 20 settembre 1902, entrò a far parte del personale della Segreteria di Stato. Dal 1909 fino al 1915 fu Segretario della nunziatura in Argentina. Il 5 gennaio 1910 divenne Cameriere privato di Sua Santità. Il 16 aprile 1915 fu promosso Revisore della nunziatura in Belgio e nella Nunziatura apostolica in Austria dal 1916 al 1919. Nominato Prelato domestico di Sua Santità il 21 agosto 1918, l'anno seguente fu inviato Speciale papale in Cecoslovacchia dal 1919 al 1920.

Il ministero episcopale

Il 7 maggio1920 fu nominato da Benedetto XV arcivescovo titolare di Apamea di Siria, e il 17 maggio Nunzio apostolico in Cecoslovacchia. Fu consacrato, l'8 agosto dello stesso anno nella cappella del collegio boemo, a Roma, dal cardinale Pietro Gasparri, Segretario di Stato, assistito da Antonio Valbonesi, vescovo titolare di Memfi e Karl Boromejský Kašpar, vescovo titolare di Betsaida ausiliare di Hradec-Králové. Il suo motto episcopale era In Domino confido. Fu Nunzio apostolico in Belgio e Internunzio apostolico in Lussemburgo, dal 30 maggio 1923. A causa dell'occupazione del Belgio da parte del regime nazista, dal 1940 al 1944 fu residente a Roma; riprese possesso della nunziatura in Belgio dal 1944 al 1946.

Il cardinalato

Fu creato Cardinale presbitero di Santa Maria sopra Minerva da Pio XII nel concistoro del 18 febbraio 1946. Il 13 giugno 1946 optò per la sede suburbana di Velletri, mantenendo in commendam ad nutum Summi Pontificis il suo titolo. Fu Cardinale Legato alla celebrazione del settimo centenario della cattedrale di Colonia, il 25 luglio 1948 e al Congresso Eucaristico Boliviano di Cali in Colombia il 6 gennaio 1949. Dall'11 novembre 1950 fu Prefetto della Congregazione dei Religiosi e Prefetto della Congregazione dei Riti. Sottodecano del Collegio Cardinalizio, Presidente della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra dal 13 gennaio 1951 e Vicario generale di Roma e del suo distretto il 26 gennaio dello stesso anno. Sempre nel 1951 ebbe l'onore di partecipare come Cardinale Legato al X Congresso Eucaristico Nazionale di Namur in Belgio, il 2 giugno e al XV Congresso Eucaristico Nazionale di Nîmes in Francia, il 15 settembre. Partecipò al conclave del 1958, che elesse Papa Giovanni XXIII. Fu Camerlengo del Collegio Cardinalizio dal 28 marzo 1960 al 16 gennaio 1961. Frequentò le prime tre sessioni del Concilio Vaticano II, fu membro della Pontificia Commissione Centrale Preparatoria dal 17 febbraio 1961. Partecipò al conclave del 1963, che elesse Papa Paolo VI. Durante il suo mandato come vicario generale di Roma, fondò oltre cento nuove parrocchie e ne curò la costruzione di molte altre.

La morte

Morì l'11 marzo 1965 a Roma, dopo una lunga malattia. Fu sepolto nella Basilica di Santa Maria sopra Minerva a Roma.

Genealogia episcopale

Onorificenze

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— 7 maggio 1963[1]
Gran Croce al Merito dell'Ordine al Merito della Repubblica Federale Tedesca - nastrino per uniforme ordinaria Gran Croce al Merito dell'Ordine al Merito della Repubblica Federale Tedesca
— 1956

Successione degli incarichi

Predecessore: Arcivescovo titolare di Apamea di Siria Successore: Archbishop CoA PioM.svg
René-François Renou 7 maggio 1920 - 18 febbraio 1946 Luigi Arrigoni I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
René-François Renou {{{data}}} Luigi Arrigoni
Predecessore: Nunzio apostolico in Cecoslovacchia Successore: Flag of the Vatican City.svg
- 7 maggio 1920 - 30 maggio 1923 Francesco Marmaggi I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Francesco Marmaggi
Predecessore: Nunzio apostolico in Belgio Successore: Flag of the Vatican City.svg
Sebastiano Nicotra 30 maggio 1923 - 18 febbraio 1946 Fernando Cento I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Sebastiano Nicotra {{{data}}} Fernando Cento
Predecessore: Internunzio apostolico in Lussemburgo Successore: Flag of the Vatican City.svg
Sebastiano Nicotra 30 maggio 1923 - 18 febbraio 1946 Fernando Cento I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Sebastiano Nicotra {{{data}}} Fernando Cento
Predecessore: Cardinale presbitero di Santa Maria sopra Minerva Successore: CardinalCoA PioM.svg
Eugène Tisserant 22 febbraio 1946 - 11 marzo 1965 Antonio Samorè I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Eugène Tisserant {{{data}}} Antonio Samorè
Predecessore: Cardinale vescovo di Velletri Successore: CardinalCoA PioM.svg
Enrico Gasparri 13 giugno 1946 - 11 marzo 1965 Fernando Cento I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Enrico Gasparri {{{data}}} Fernando Cento
Predecessore: Prefetto della Congregazione per i Religiosi e gli Istituti Secolari Successore: Emblem Holy See.svg
Luigi Lavitrano 11 novembre 1950 - 17 gennaio 1953 Valerio Valeri I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Luigi Lavitrano {{{data}}} Valerio Valeri
Predecessore: Pro-prefetto della Congregazione dei Riti Successore: Emblem Holy See.svg
Carlo Salotti
(prefetto)
11 novembre 1950 - 26 gennaio 1953 Gaetano Cicognani
(prefetto)
I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Carlo Salotti
(prefetto)
{{{data}}} Gaetano Cicognani
(prefetto)
Predecessore: Presidente della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra Successore: Emblem Holy See.svg
Francesco Marchetti Selvaggiani 13 gennaio 1951 - 11 marzo 1965 Luigi Traglia I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francesco Marchetti Selvaggiani {{{data}}} Luigi Traglia
Predecessore: Sottodecano del Collegio Cardinalizio Successore: Pavillon pontifical.png
Eugène Tisserant 13 gennaio 1951 - 11 marzo 1965 Giuseppe Pizzardo I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Eugène Tisserant {{{data}}} Giuseppe Pizzardo
Predecessore: Vicario generale di Sua Santità per la Diocesi di Roma Successore: Archbishop CoA PioM.svg
Francesco Marchetti Selvaggiani 26 gennaio 1951 - 11 marzo 1965 Luigi Traglia I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Francesco Marchetti Selvaggiani {{{data}}} Luigi Traglia
Predecessore: Camerlengo del Collegio Cardinalizio Successore: Emblem Holy See.svg
Eugène Tisserant 28 marzo 1960 - 16 gennaio 1961 Giuseppe Pizzardo I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Eugène Tisserant {{{data}}} Giuseppe Pizzardo
Predecessore: Amministratore apostolico di Ostia Successore: BishopCoA PioM.svg
- 11 aprile 1962 - 11 marzo 1965 Luigi Traglia I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
- {{{data}}} Luigi Traglia
Note
Bibliografia

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.