Giuseppe Rolla

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Giuseppe Rolla
Vescovo
Stemma vescovo.png
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
battezzato
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}
{{{motto}}}

[[File:|250px]]

Titolo
Incarichi attuali
Età alla morte 72 anni
Nascita Crema
6 ottobre 1877
Morte Forlì
2 agosto 1950
Sepoltura
Conversione
Appartenenza Diocesi di Crema
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale 4 agosto 1901
Nominato Abate {{{nominatoAB}}}
Nominato amministratore apostolico {{{nominatoAA}}}
Nominato vescovo 25 novembre 1932 da Pio XI
Nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
Nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
Nominato patriarca {{{nominatoP}}}
Nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 8 gennaio 1933 da Pietro Calchi Novati
Elevazione ad Arcivescovo {{{elevato}}}
Elevazione a Patriarca {{{patriarca}}}
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creato
Creato
Cardinale
Cardinale per
Cardinale per
Cardinale elettore
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Creazione a
pseudocardinale
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Consacrazione {{{Consacrazione}}}
Insediamento {{{Insediamento}}}
Fine pontificato {{{Fine pontificato}}}
Pseudocardinali creati {{{Pseudocardinali creati}}}
Sede {{{Sede}}}
Opposto a
Sostenuto da
Scomunicato da
Confermato cardinale {{{Confermato cardinale}}}
Nomina a pseudocardinale annullata da {{{Annullato da}}}
Riammesso da
Precedente {{{Precedente}}}
Successivo {{{Successivo}}}
Incarichi ricoperti Vescovo di Forlì
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Durata del
pontificato
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato


Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
[[File:|100px|Stemma]]
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su catholic-hierarchy.org
Invito all'ascolto
Firma autografa
[[File:{{{FirmaAutografa}}}|250px]]

Giuseppe Rolla (Crema, 6 ottobre 1877; † Forlì, 2 agosto 1950) è stato un vescovo italiano di Forlì negli anni della seconda guerra mondiale e della ricostruzione.

Biografia

Ordinato presbitero il 4 agosto 1901, il 25 novembre 1932 papa Pio XI lo nominò vescovo di Forlì. Fu consacrato l'8 gennaio 1933 da mons. Pietro Calchi Novati, vescovo di Lodi.

Tra le prime opere edilizie del suo episcopato, si ricorda la costruzione di una villa estiva per i seminaristi della Diocesi, progettata dall'architetto Gino Cervesi e costruita nel comune di Meldola, sulla strada per la Rocca delle Caminate. L'edificio fu inaugurato nel 1935. Nel dopoguerra, dopo alcuni anni di abbandono, fu recuperato, grazie a sorella Maria Nanni come residenza dei Silenziosi Operai della Croce e del Centro Volontari della Sofferenza. Dal 1986, vi è anche un Centro Socio-Riabilitativo.

L'episcopato di mons. Rolla si svolse durante gli anni difficili della seconda guerra mondiale e della successiva ricostruzione. Nel dopoguerra volle far rinascere nella sua diocesi la presenza degli scout, le cui associazioni erano state sciolte in tutta Italia dal passato regime fascista[1]; nel 1942, inoltre, chiamò a Forlì i Salesiani.

Sempre nel 1942, convocò il sinodo diocesano, che è considerato il XVIII sinodo diocesano forlivese e che si tenne dal 16 al 18 novembre[2].

Ricordo di mons. Rolla a Forlì

Il popolo di Forlì lo ricorda con affetto: il 20 maggio 2006, infatti, l'amministrazione comunale di Forlì ha dedicato alla sua memoria un giardino, situato nei pressi dell'importante viale Salinatore[3].

Successione degli incarichi

Predecessore: Vescovo di Forlì Successore: Bishopcoa.png
Raimondo Jaffei 25 novembre 1932 - 2 agosto 1950 Paolo Babini I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Raimondo Jaffei {{{data}}} Paolo Babini
Note
  1. 1923-2013: novant'anni di storia e di presenza dello scoutismo forlivese
  2. Synodus dioecesana foroliviensis celebrata anno 1942 ab episcopo Joseph Rolla, diebus 16-17-18 novembris in ecclesia cathedrali, ex Typ. operaria Raffaelli, Forolivii 1942.
  3. Forlì - Un giardino intitolato alla memoria di mons. Giuseppe Rolla
Voci correlate
Bibliografia
  • F. Zaghini, Il magistero episcopale di mons. Giuseppe Rolla vescovo di Forlì (1933-1950), in Studi Romagnoli, a. LII, 2001, p. 293ss.