La Tunica

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
La Tunica
LaTunica film1953 locandina.jpg

Locandina del film
Titolo originale: The Robe
Lingua originale: inglese
Paese: USA
Anno: 1953
Durata: 135' min
Colore: colore
Audio: sonoro
Rapporto: 2.55:1
Tipo: {{{tipo}}}
Genere: storico
drammatico
Regia: Henry Koster
Soggetto: Lloyd C. Douglas
Ambientazione: {{{ambientazione}}}
Ambientazione Geografica:
Ambientazione Storica: 30 - 37
Tratto da: La Tunica (1942), romanzo di Lloyd C. Douglas
Sceneggiatura: Gina Kaus, Albert Maltz, Philip Dunne
Produttore: Frank Ross
Produttore esecutivo: {{{produttoreesecutivo}}}
Casa di produzione: 20th Century Fox
Distribuzione (Italia):
Storyboard: {{{nomestoryboard}}}
Art director: Ben Nye, Lyle R. Wheeler
Character design: {{{nomecharacterdesign}}}
Mecha design: {{{nomemechadesign}}}
Animatori: {{{nomeanimatore}}}

Interpreti e personaggi:

  • Richard Burton: Marcello Gallio
  • Jean Simmons: Diana
  • Victor Mature: Demetrio
  • Michael Rennie: Pietro
  • Jay Robinson: Caligola
  • Dean Jagger: Justus
  • Torin Thatcher: il senatore Gallio
  • Richard Boone: Ponzio Pilato
  • Betta St. John: Miriam
  • Jeff Morrow: Paolo
  • Ernest Thesiger: l'imperatore Tiberio
  • Dawn Addams: Junia
  • Leon Askin: Abidor
Doppiatori originali:
{{{nomedoppiatorioriginali}}}
Doppiatori italiani:
{{{nomedoppiatoriitaliani}}}
Episodi:
Fotografia: Leon Shamroy
Tecnico del suono: {{{nomefonico}}}
Montaggio: Barbara McLean
Effetti speciali:
Musiche: Alfred Newman
Tema musicale: {{{temamusicale}}}
Scenografia: Paul S. Fox, Walter M. Scott, Lyle R. Wheeler, George W. Davis
Coreografia: Paul S. Fox, Walter M. Scott, Lyle R. Wheeler, George W. Davis
Costumi: Charles Le Maire, Emile Santiago
Trucco: Ben Nye
Sfondi: {{{nomesfondo}}}
Prequel: {{{prequel}}}
Sequel: I gladiatori (1954) di Delmer Daves
Nome remake: {{{nomeremake}}}
Premi:
  • Premio Oscar (1954), migliore scenografia (Lyle R. Wheeler, George W. Davis, Walter M. Scott, Paul S. Fox); migliori costumi (Charles Le Maire, Emile Santiago)
  • Golden Globe (1954), miglior film drammatico
  • National Board of Review (1953), miglior attrice protagonista(Jean Simmons); migliori dieci film
Collegamenti esterni:
{{{collegamenti esterni}}}

La Tunica è un film storico del 1953, diretto da Henry Koster, tratto dal'omonimo romanzo del pastore luterano statunitense Lloyd C. Douglas (18771951), pubblicato nel 1942.

Il film uscì nelle sale cinematografiche statunitensi il 16 settembre 1953, in quelle italiane il 7 maggio 1954.

Trama

Roma: 30 - 37, età dell'imperatore Tiberio,

Il giovane e nobile Marcello trova ad un'asta di schiavi Demetrio e Diana, innamorata di lui da quando erano bambini, e li acquista soffiandoli a Caligola, futuro imperatore. La vendetta non si farà attendere: Marcello è inviato come tribuno in Palestina, cioè nella provincia più instabile di tutto l'Impero, dove farà parte della guarnigione di Gerusalemme.

Egli vi arriva all'inizio della Pasqua ed assiste così all'ingresso trionfale di Gesù a Gerusalemme, acclamato dalla folla come il Messia; ma ai suoi occhi il Cristo appare un uomo qualunque. La divina Provvidenza però ha stabilito che la vita di Marcello sia per sempre legata al dramma della Passione. Infatti, sarà proprio lui a comandare i soldati cui è affidata l'esecuzione della sentenza; dopo la crocifissione, sarà Marcello a vincere ai dadi la tunica di Gesù. Quando, però, tenta d'indossarla verrà colto da un malore, appoggia la mano sulla croce e la ritira sporca di sangue. Il tribuno butta via la tunica, che viene raccolta da suo servo Demetrio, convertito al cristianesimo, che scompare.

Marcello torna a Roma e viene ricevuto dall'imperatore Tiberio, che dopo aver ascoltato il tribuno lo rimanda in Palestina a cercare la tunica di questo strano predicatore. Intanto Diana è stata promessa a Caligola, ma continua ad amare profondamente Marcello.

In Palestina il romano ritrova Demetrio, che custodisce la tunica, e sarà ad introdurlo alle riunioni dei primi cristiani e a favorirne la conversione.

Marcello ritorna a Roma, dove nel frattempo Caligola è diventato imperatore (37 - 41 d.C.) e non ha dimenticato.

Scatenatasi la persecuzione contro i cristiani, Demetrio sarà una delle prime vittime, ma la sua resurrezione ad opera di Pietro, aprirà definitivamente alla fede l'anima di Marcello e di Diana, sua fidanzata, destinati entrambi al martirio.

Location

Le riprese degli esterni del film sono state girate principalmente in California (USA):

Gli interni, per la maggior parte, furono girati presso gli 20th Century Fox Studios di Hollywood, Los Angeles, California, USA.

Frasi celebri

Pietro:

« Per alleviare il tuo peso, ti rivelerò il mio: io l'ho rinnegato tre volte. »

Marcello:

« Io l'ho crocifisso... »

Curiosità

Primo film al mondo girato in CinemaScope, sistema di ripresa (e proiezione) ottenuto mediante lenti anamorfiche, introdotto nel tentativo di contrastare lo strapotere della televisione. Per una sorta di nemesi storica, oggi, le inquadrature dei film in Cinemascope che passano in Tv vengono "scorciate" alle estremità per adattarle al formato televisivo.

Galleria fotografica

Collegamenti esterni
Voci correlate

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.