Lacrimabili Statu

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Lacrimabili Statu
Lettera enciclica di Pio X
XV di XVI di questo papa
C o a Pio X.svg
Data 7 giugno 1912
(IX di pontificato)
Traduzione del titolo Per lo stato lacrimevole
Argomenti trattati Indios dell’America Latina
Enciclica precedente Iamdudum
Enciclica successiva Singulari Quadam

(IT) Testo integrale sul sito della Santa Sede.

Tutti i documenti di Pio X
Tutte le encicliche

1leftarrow.png Voce principale: Schiavitù e cristianesimo.

Lacrimabili Statu è un'enciclica di Papa Pio X, datata 7 giugno 1912 e rivolta ai vescovi dell'America Latina, a tutela degli Indios contro la schiavitù e altri soprusi.

La lettera richiama fin dal proemio la bolla di Benedetto XIV Immensa Pastorum (22 dicembre 1741), scritta all'epoca dei soprusi di trafficanti portoghesi contro gli indios delle riduzioni dei gesuiti. Constata che, a distanza di secoli e dopo i numerosi interventi di Chiesa e stato, la situazione degli indios sia ancora in uno stato lacrimevole, vittime di uccisioni, torture, saccheggi, e riduzione in schiavitù.

Riprendendo parola per parola la Immensa Pastorum, la lettera dichiara colpevole di "immane crimine" (immanis criminis) quelli che "osino o presumano di ridurre i predetti indios in schiavitù, di venderli, comprarli, commutarli o donarli, di separarli dalle mogli e dai figli, di spogliarli delle loro cose e dei loro beni, di condurli o trasportarli altrove o in qualunque modo privarli della libertà e tenerli schiavi, nonché di prestare, a coloro che ciò fanno, consiglio, aiuto, favore, sotto qualunque pretesto e nome, o di insegnare e proclamare essere tutto ciò lecito, in qualsiasi altra maniera cooperare a quanto detto sopra".

Voci correlate
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.