Pietro Gallozia

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Pietro Gallozia
Pietro Gallozia.png
Cardinale
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo
ERRORE in "fase canonizz"
{{{note}}}

[[File:|250px]]

{{{didascalia}}}
'
Titolo cardinalizio
Incarichi attuali
Età alla morte anni
Nascita
Morte 14 marzo 1211
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile
Consacrazione vescovile [[ ]]
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
Creazione
a Cardinale
1190 da Clemente III (vedi)
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da {{{venerato da}}}
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza [[{{{ricorrenza}}}]]
Altre ricorrenze
Santuario principale {{{santuario principale}}}
Attributi {{{attributi}}}
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di {{{patrono di}}}
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
(EN) Scheda su gcatholic.org
(EN) Scheda su Salvador Miranda

Pietro Gallozia, Gallocia, Galluzzi o Galozia († 14 marzo 1211), è stato un cardinale italiano.

Cenni biografici

Nacque intorno alla metà del XII secolo da una famiglia romana ricca di possedimenti fondiari.

Si addottorò e intraprese la carriera ecclesiastica. Da una lettera di Alessandro III del 26 luglio 1179 si apprende che Petrus Gallocia era subdiaconus papae e procuratore della Sede apostolica.

Fu creato cardinale vescovo della sede suburbicaria di Porto e Santa Rufina nel concistoro del settembre 1190. Sottoscrisse alcune bolle papali emanate tra il 1190 e il 1211.

Partecipò al conclave del 1191 in cui fu eletto papa Celestino III. Nel marzo del 1191 fu delegato dal papa ad accogliere in San Quirico d'Orcia, presso Siena, Enrico VI che si stava dirigendo alla volta di Roma per ricevervi la corona imperiale. Fu legato pontificio con il cardinale Giovanni Felici, alla corte di Costantinopoli dal 1192 al 1193. L'allora cardinale Lotario dei Conti di Segni, futuro papa Innocenzo III, gli dedicò l'opera De miseria humanae conditionis.

Partecipò all'elezione papale del 1198 che vide eletto papa Innocenzo III. Nella primavera del 1201 il pontefice lo nominò Apostolicae Sedis legatus nel Regno di Sicilia, in Terra di Lavoro e in Puglia, affidandogli il difficile compito di sovrintendere alla vita religiosa e politica dell'Italia meridionale, e di sostenere il conte Gualtieri di Brienne nella lotta contro Marquardo di Annweiler, Dipoldo di Schweinspeunt conte di Acerra, Oddo di Laviano e i loro alleati, tutti nemici del giovane Federico di Svevia.

Rientrato a Roma ebbe un'ulteriore prova della grande fiducia che Innocenzo III nutriva per lui, quando il papa lasciò Roma per Ferentino nel maggio 1206 e il Gallozia fu nominato vicario nella città sino al suo ritorno. Il Gallozia consacrò un altare nella basilica del Pantheon il 18 maggio 1208.

Morì a Roma il 14 marzo 1211.

Predecessore: Cardinale vescovo di Porto e Santa Rufina Successore: CardinalCoA PioM.svg
Andrea Boboni settembre 1190 - 14 marzo 1211 Benedetto I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Andrea Boboni {{{data}}} Benedetto
Predecessore: Decano del Sacro Collegio Successore: CardinalCoA PioM.svg
Ottaviano Poli dei conti di Segni 1206 - 1211 Nicola di Romanis I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Ottaviano Poli dei conti di Segni {{{data}}} Nicola di Romanis
Bibliografia
  • Annibale Ilari, Dizionario Biografico degli Italiani, vol. 51, 1998 online

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.