San Gaudenzio di Novara

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
San Gaudenzio di Novara
Vescovo
[[File:{{{Stemma istituzione}}}|50px]]
al secolo {{{alsecolo}}}
Santo
{{{note}}}

31000.JPG

{{{didascalia}}}
{{{motto}}}
Titolo
Incarichi attuali
Età alla morte 91 anni
Nascita Ivrea
327
Morte Novara
22 gennaio 418
Sepoltura
Appartenenza
Vestizione {{{V}}}
Vestizione [[{{{aVest}}}]]
Professione religiosa [[{{{aPR}}}]]
Ordinato diacono {{{OrdinazioneDiaconale}}}
Ordinazione sacerdotale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione presbiterale {{{O}}}
Ordinazione presbiterale [[{{{aO}}}]]
Consacrazione vescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
nominato vescovo {{{nominato}}}
nominato arcivescovo {{{nominatoA}}}
nominato arcieparca {{{nominatoAE}}}
nominato patriarca {{{nominatoP}}}
nominato eparca {{{nominatoE}}}
Consacrazione vescovile {{{C}}}
Consacrazione vescovile 398
Ordinazione arcivescovile PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Ordinazione patriarcale PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Elevazione ad Arcivescovo
Elevazione a Patriarca
Elevazione ad Arcieparca {{{arcieparca}}}
Creazione
a Cardinale
PARAMETRO OBSOLETO! Modifica questa pagina e correggilo in base a queste istruzioni.
Creazione
a Cardinale
{{{P}}}
Creazione
a Cardinale
Cardinale elettore
Ruoli ricoperti Vescovo di Novara
Creazione a
pseudocardinale
{{{pseudocardinale}}}
Eletto Antipapa {{{antipapa}}}
Opposto a {{{Opposto a}}}
Sostenuto da {{{Sostenuto da}}}
Scomunicato da
Emblem of the Papacy SE.svg Informazioni sul papato
° vescovo di Roma
Elezione
al pontificato
{{{inizio}}}
Consacrazione {{{consacrazione}}}
Fine del
pontificato
{{{fine}}}
(per causa incerta o sconosciuta)
Segretario {{{segretario}}}
Predecessore {{{predecessore}}}
Successore {{{successore}}}
Extra Anni di pontificato
Nomine
Cardinali creazioni
Proclamazioni
Antipapi {{{antipapi}}}
Eventi
Venerato da Chiesa cattolica
Venerabile il [[{{{aV}}}]]
Beatificazione [[{{{aB}}}]]
Canonizzazione [[{{{aS}}}]]
Ricorrenza 22 gennaio
Altre ricorrenze
Santuario principale Basilica di San Gaudenzio, Novara
Attributi Bastone pastorale
Devozioni particolari {{{devozioni}}}
Patrono di Novara e diocesi
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Incoronazione
Investitura
Predecessore
Erede {{{erede}}}
Successore
Nome completo {{{nome completo}}}
Trattamento {{{trattamento}}}
Onorificenze
Nome templare {{{nome templare}}}
Nomi postumi
Altri titoli
Casa reale {{{casa reale}}}
Dinastia {{{dinastia}}}
Padre {{{padre}}}
Madre {{{madre}}}
Coniuge

{{{coniuge 1}}}

Consorte

Consorte di

Figli
Religione {{{religione}}}
Firma [[File:{{{firma}}}|150x150px]]
Collegamenti esterni
Tutti-i-santi.jpgNel Martirologio Romano, 22 gennaio, n. 3:
« A Novara, san Gaudenzio, che si ritiene primo vescovo di quella sede. »

San Gaudenzio di Novara (Ivrea, 327; † Novara, 22 gennaio 418) è stato un vescovo italiano. È considerato protettore della città e della diocesi di Novara della quale fu il primo vescovo. È Venerato come santo dalla Chiesa cattolica.

Nacque a Ivrea in una famiglia ancora pagana nel 327. La sua conversione avvenne grazie Sant'Eusebio primo vescovo in tutto il Piemonte. Probabilmente a Vercelli Gaudenzio divenne sacerdote. Certa è la stima che Eusebio nutre Gaudenzio che venne inviato a Novara, per aiutare il sacerdote Lorenzo, che da solo annuncia il Vangelo in un territorio ancora pagano.

In quella città oltre alla conversione dei pagani, sorgono all'interno della comunità cristiana dissidi tra i fedeli alla dottrina del Concilio di Nicea e i seguaci di Ario, che negano la natura divina di Cristo.

L'imperatore Costanzo II, terzo figlio di Costantino il Grande, protegge gli ariani e nel 355 convocò a Milano un Concilio nel quale i vescovi ariani, in sintonia con la corte, condannarono Atanasio vescovo di Alessandria d'Egitto: ossia il più energico sostenitore dell'ortodossia cattolica. Costanzo II mandò in esilio alcuni vescovi che sostenevano Atanasio. Tra questi Eusebio di Vercelli, relegato in Palestina, poi in Asia Minore e infine in Egitto.

Gaudenzio raggiunse per un certo periodo il suo vescovo in esilio, ma poi tornò in patria su ordine di Eusebio, per rimpiazzare a Novara il presbitero Lorenzo che nel frattempo fu assassinato.

Qui proseguì l'opera missionaria del martire trovando presso il nuovo vescovo di Milano Sant'Ambrogio, formazione e sostegno.

Il successore di Ambrogio, Simpliciano, lo consacrò vescovo di Novara nel 398. Fu vescovo della nuova diocesi per venti anni, ottimo predicatore e formatore di nuovi presbiteri, come appreso dal suo maestro Eusebio. Visse in comunità con i suoi canonici tutti soggetti alla stessa regola, in questa comunità venivano accolti e formati i nuovi sacerdoti.

La sua funga e avventurosa vita terminò a Novara il 22 gennaio 418.

Predecessore: Vescovo di Novara Successore: Stemma vescovo.png
Gaudenzio fu il primo vescovo della diocesi 397 - 417 Sant'Agabio 417 - 440 I
II
III
IV
V
VI
VII
VIII
IX
X
con
con
Gaudenzio fu il primo vescovo della diocesi {{{data}}} Sant'Agabio 417 - 440

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.