Servi della Carità

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Servi della Carità
in latino Congregatio Servorum a Charitate
75000A.JPG
Luigi Guanella in una fotografia

Istituto di vita consacrata
Congregazione religiosa maschile di diritto pontificio

{{{note}}}
Altri nomi
Guanelliani, Opera Don Guanella
Fondatore Luigi Guanella
Data fondazione 24 marzo 1908
Luogo fondazione Como
sigla S.d.C.
Titolo superiore
Approvato da Pio X
Data di approvazione 15 agosto 1912
Scopo opere di misericordia a favore dei
disabili mentali, degli anziani e dei fanciulli
Costituzioni 16 luglio 1935
Collegamenti esterni

Sito ufficiale
Scheda su catholic-hierarchy.org

I Servi della Carità (in latino Congregatio Servorum a Charitate), ovvero Opera Don Guanella, sono un istituto religioso maschile di diritto pontificio: i membri di questa congregazione clericale, detti popolarmente Guanelliani, pospongono al loro nome la sigla S.d.C.[1]

Cenni storici

La congregazione trae origine dalla "Casa della Divina Provvidenza" aperta a Como nel 1886 da don Luigi Guanella (1842-1915) per offrire assistenza ai bisognosi. Inizialmente Guanella gestì l'istituto insieme alle suore Figlie di Santa Maria della Provvidenza, ma presto a lui si unirono anche alcuni sacerdoti che, con il passare del tempo, raggiunsero il numero di ventiquattro.[2]

Dietro indicazione della Congregazione romana dei Vescovi e Regolari, il 24 marzo 1908 Guanella, assieme ad altri diciassette compagni, emise i voti semplici e perpetui dando formalmente inizio all'istituto.[2]

La congregazione ricevette il pontificio decreto di lode il 15 agosto 1912 e le sue costituzioni vennero approvate definitivamente dalla Santa Sede il 16 luglio 1935.[2]

Il fondatore è stato beatificato da papa Paolo VI il 25 ottobre 1964[3] e canonizzato il 23 ottobre 2011, da Benedetto XVI.[4]

Attività e diffusione

I guanelliani si dedicano a tutte le opere di misericordia, particolarmente a favore dei disabili mentali, degli anziani e dei fanciulli.[2]

Sono presenti in in Europa (Italia, Polonia, Spagna, Svizzera), nelle Americhe (Argentina, Brasile, Cile, Colombia, Guatemala, Messico, Paraguay, Stati Uniti), in Asia (India, Filippine, Israele, Vietnam) e in Africa (Congo, Ghana, Nigeria);[5] la sede generalizia a Roma.[1]

Al 31 dicembre 2005, la congregazione contava 76 case e 494 religiosi, 319 dei quali sacerdoti.[1]

Note
  1. 1,0 1,1 1,2 Ann. Pont. 2007, pp. 1486-1487.
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 DIP, vol. VIII (1988), coll. 1390-1393, voce a cura di P. Pasquali e D. Saginario.
  3. Omelia di papa Paolo VI per la beatificazione di don Luigi Guanella su vatican.va. URL consultato il 4 ottobre 2009
  4. Omelia di Benedetto XVI per la canonizzazione di don Luigi Guanella, Guido Maria Conforti e Bonifacia Rodriguez De Castro su vatican.va. URL consultato il 25 novembre 2012
  5. Opera Don Guanella. Sove siamo su guanelliani.org. URL consultato il 4 ottobre 2009
Bibliografia
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.