Suore della Sacra Famiglia di Nazareth

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
100%Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
Suore della Sacra Famiglia di Nazareth
in latino '''''
Sistersofholyfamilyofnazareth.PNG
L'emblema della congregazione.

Istituto di vita consacrata
Congregazione religiosa femminile di diritto pontificio

Altri nomi
(EN) Sisters of the Holy Family of Nazareth
Fondatore Franciszka Siedliska
Data fondazione 1875
Luogo fondazione Roma
sigla C.S.F.N.
Titolo superiore
Regola Regola del Terzo Ordine Regolare di San Francesco
Approvato da Pio XI
Data di approvazione 4 giugno 1923
Motto Fiat voluntas tua
Scopo Educazione giuventù e
cura dei malati.
Approvazione provvisoria decreto di lode il 1º settembre 1896
Collegamenti esterni

Sito ufficiale

Le Suore della Sacra Famiglia di Nazareth (in inglese Sisters of the Holy Family of Nazareth) sono un istituto religioso femminile di diritto pontificio: i membri di questa congregazione pospongono al loro nome la sigla C.S.F.N.[1]

Cenni storici

La congregazione fu fondata a Roma nel 1875 dalla religiosa polacca Franciszka Siedliska (1842-1902) con l'approvazione del cardinal vicario Raffaele Monaco La Valletta: la Siedliska (madre Maria di Gesù Buon Pastore) ne scrisse gli statuti con l'aiuto del superiore generale della Congregazione della Resurrezione di Nostro Signore Gesù Cristo, Piotr Semenenko, che affiancò le suore della Sacra Famiglia ai padri del suo istituto per l'assistenza agli esuli e agli emigrati polacchi.[2]

L'istituto ha ricevuto il pontificio decreto di lode il 1º settembre 1896 e le sue costituzioni vennero approvate definitivamente dalla Santa Sede il 4 giugno 1923.[2]

Nel 1943 undici suore della Sacra Famiglia (Maria Stella Mardosewicz e dieci consorelle) furono fucilate a Nowogródek (oggi in Bielorussia) dagli uomini della Gestapo: il gruppo venne beatificato nel 2000.[3]

La fondatrice è stata beatificata da papa Giovanni Paolo II in Piazza San Pietro a Roma il 23 aprile 1989.[3]

Attività e diffusione

Le suore della Sacra Famiglia seguono la regola del Terzo Ordine Regolare di San Francesco e si dedicano, tra l'altro, all'educazione delle fanciulle e alla cura dei malati.

Sono presenti in Australia, Bielorussia, Filippine, Francia, Italia, Lituania, Polonia, Porto Rico, Israele, Regno Unito, Russia, Spagna, Stati Uniti e Ucraina:[4] la sede generalizia è a Roma.[1]

Al 31 dicembre 2005, la congregazione contava 1.490 religiose in 152 case.[1]

Gli agnelli per la confezione dei palli

Dal 1884 le Suore della Sacra Famiglia di Nazareth della casa madre di Roma si occupano di preparare gli agnelli che il 21 gennaio di ogni anni il papa benedice nella Basilica di Sant'Agnese fuori Le Mura[5], e al cui lana bianca viene usata per confezionare i palli del papa e degli Arcivescovi Metropoliti.

Note
  1. 1,0 1,1 1,2 Ann. Pont. 2007, p. 1676.
  2. 2,0 2,1 DIP, vol. VIII (1988), coll. 143-144, voce a cura di G. Rocca.
  3. 3,0 3,1 Tabella riassuntiva delle beatificazioni avvenute nel corso del pontificato di Giovanni Paolo II su vatican.va. URL consultato il 8-10-2009
  4. Sisters of the Holy Family of Nazateth. Abuot us su nazarethcsfn.org. URL consultato il 8-10-2009
  5. Fino al 1883 se ne occupavano le suore di un'altra congregazione la cui casa confinava con quella della suore della Sacra Famiglia; essendo esse molto anziane, ed essendo l'altra comunità formata da molte suore giovani, chiesero alla beata Frances Siedliska di prendersi quell'incarico, cosa che madre Siedliska accettò molto volentieri. Da allora, salvo alcuni anni nel periodo della seconda guerra mondiale, le Suore della Sacra Famiglia sempre provveduto a preparare gli agnelli per il rito. Vedi Nicola Gori, Due agnelli in ricordo del martirio di sant'Agnese, in L'Osservatore Romano, 21 gennaio 2011.
Bibliografia
Collegamenti esterni

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.