Arcidiocesi di Granada

Da Cathopedia, l'enciclopedia cattolica.
Decrease text sizeStandard text sizeIncrease text size
Share/Save/Bookmark
(Reindirizzamento da Granada)
Disambig-dark.svg
Nota di disambigua - Se stai cercando l'omonima diocesi colombiana o nicaraguense, vedi Diocesi di Granada in Colombia o Diocesi di Granada in Nicaragua.


Arcidiocesi di Granada
Archidioecesis Granatensis
Chiesa latina

[[File:|290px]]
arcivescovo metropolita Francisco Javier Martínez Fernández
Sede Granada

sede vacante
Granada

Suffraganea
Regione ecclesiastica {{{regione}}}
Diocesisdegranada.png
Mappa della diocesi
Nazione bandiera Spagna
diocesi suffraganee
Almería, Cartagena, Guadix, Jaén, Málaga
coadiutore
vicario
provicario
generale
ausiliari

Cariche emerite:

Parrocchie 267
Sacerdoti

418 di cui 282 secolari e 136 regolari
1.778 battezzati per sacerdote

256 religiosi 1.265 religiose 1 diaconi
860.898 abitanti in 6.945 km²
743.530 battezzati (86,4% del totale)
Eretta 1492
Rito romano
cattedrale {{{cattedrale}}}
Santi patroni
C. Gracia 48, 18002 Granada, España
tel. 958.26.15.00 fax. 958.25.83.84

Sito ufficiale

Dati dall'annuario pontificio 2007 Scheda
Chiesa cattolica in Spagna
Tutte le diocesi della Chiesa cattolica
File:Granada catedral torre.jpg
Dettaglio della cattedrale di Granada

L'arcidiocesi di Granada (in latino: Archidioecesis Granatensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica in Spagna. Nel 2006 contava 743.530 battezzati su 860.898 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Francisco Javier Martínez Fernández.

Territorio

L'arcidiocesi comprende la parte sud-occidentale della provincia di Granada, mentre il resto della provincia appartiene alla diocesi di Guadix.

La sede arcivescovile città di Granada, dove si trova la cattedrale dell'Annunciazione.

Il territorio è suddiviso in 267 parrocchie.

Storia

L'arcidiocesi di Granada è stata eretta il 10 dicembre 1492.

Nel 1563 fu istituito il seminario diocesano, dedicato a san Cecilio, convertendo un preesistente collegio ecclesiastico.

Nei secoli XVIII e XIX la vita dell'arcidiocesi subì gravi ripercussioni a causa della situazione politica ostile alla Chiesa. L'invasione napoleonica provocò gravi danneggiamenti del patrimonio artistico e degli edifici di culto. La soppressione degli ordini religiosi condusse all'abbandono di monasteri e conventi. Infine, le desamortizaciones minarono le rendite economiche dell'arcidiocesi.

Cronotassi dei vescovi

Statistiche

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2006 su una popolazione di 860.898 persone contava 743.530 battezzati, corrispondenti all'86,4% del totale.

Fonti

Suggerimenti



Poni il mouse qui sopra per vedere i contributori di questa voce.